Pensione Quota 100 o anticipata con abolizione Legge Fornero, con quali penalizzazioni?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Pensione Quota 100 o pensione anticipata con abolizione dei 5 mesi per l’aspettativa di vita (legge Fornero), ci saranno penalizzazioni? Gli insegnanti quando potranno fare domanda?

Sono un docente compio 62 anni a novembre 2018, a settembre 2019 avrò  42 e 23 giorni di contribuzione. Quando potrò andare in pensione? 
Ed eventualmente con quale penalizzazione? Grazie

 

Si può aderire alla pensione Quota 100 con 62 anni di età e 38 anni di contributi versati.

Così impostata, per i lavoratori resta fisso il requisito dei 38 anni. Quindi la pensione si formulerebbe in quote.

Le quote che si prevedono, sono così stabilite: quota 101 con 63 anni; Quota 102 con 64 anni, fino ad arrivare a Quota 107 per chi dovesse compiere 66 anni e ha maturato 41 anni di contributi versati.

Riforma pensione: stop all’adeguamento di 5 mesi

Un’importante novità, di cui non si parla più, riguarda il blocco dell’adeguamento dei 5 mesi, imposti dalla legge Fornero per l’adeguamento di vita. L’aumento dell’aspettativa di vita resterebbe per le pensioni di vecchiaia.

Al momento si potrà accedere alla pensione anticipata dal 2019 con 43,3 anni di contributi indipendentemente dall’età.

Per sapere notizie certe, bisogna attendere che la riforma pensione si effettiva.

Penalizzazioni Quota 100 e pensione anticipata

Entrambe le pensioni non avranno penalizzazioni, saranno calcolate con lo stesso metodo, ed esattamente:

  • calcolo retributivo dal 31 dicembre 2011, dopo con il calcolo contributivo, per chi possiede oltre 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995;
  • calcolo retributivo sino al 31 dicembre 1995, dopo con il calcolo contributivo, per chi possiede meno di 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995;
  •  integralmente contributivo per chi non possiede contributi al 31 dicembre 1995.

Le ultime novità, prevedono che chi aderisce alla pensione Quota 100 non potrà più lavorare. Nella nota di aggiornamento del Def viene chiarito che questa misura di divieto serve a “garantire al Paese quel ricambio intergenerazionale che potrà avere effetti positivi anche sull’attività dei comparti pubblici e privati”.

Consiglio di leggere: Pensione anticipata: Quota 100, anticipata e vecchiaia, come vengono calcolate (retributivo e contributivo)?

Dipendenti scuola, perdono un anno?

Purtroppo nel caso dei dipendenti del comparto scuola, non potendo presentare la domanda di cessazione del servizio entro il 20 dicembre, prima che la manovra venga approvata (e soprattutto prima che venga pubblicato il decreto attuativa che illustri modalità di accesso alla quota 100 e modalità di presentazione della domanda) si deve sperare in un intervento del MIUR che permetta il pensionamento al 1 settembre indipendentemente dalla presentazione della domanda di cessazione dal servizio al 20 dicembre 2018.

Consiglio di leggere: Pensione Quota 100 per gli insegnanti, la domanda quando va fatta? Si perde un anno?

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile