Pensione Opzione donna con 58 anni, la proposta rifiutata, le ultime novità

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Pensione Opzione donna con 58 anni di età e 35 anni di contributi, l’emendamento Rizzetto inserito nel decreto Milleproroge, rifiutato?

Buongiorno, premetto che ho 58 anni compiuti a marzo e 35 anni contributi maturati a maggio di quest’anno, vorrei sapere se sussistono i presupposti per andare in pensione tramite Opzione Donna. Grazie per la gentile consulenza

Come già abbiamo accennato nell’articolo: Pensione Opzione donna, la proroga ci sarà nel 2019? Con quali requisiti?, attualmente non ci sono certezze, ma solo ipotesi.

L’ipotesi, che molte donne lavoratrici attendevano con ansia, era la proroga con l’emendamento del Deputato Rizzetto con il raggiungimento dei requisiti contributi e anagrafici fino al 31 dicembre 2019. La misura aumentava la platea degli aventi diritto, includendo anche le lavoratrici nate nel 1961-1962.  Quindi anche la nostra lettrice era tra gli aventi diritti.

Purtroppo, le ultime notizie sono deludenti, l’emendamento Rizzetto, presentato nel decreto Milleproroghe, è stato rifiutato.

Dopo questo risultato negativo, bisogna attendere e capire quale nuova proposta di proroga Opzione donna sarà presentata.

Bisogna attendere e capire cosa succederà, ricordiamo che la proroga è stata prevista nel contratto di Governo a firma di Salvini – Di Maio, con la promessa che sarà inserita nella legge di Bilancio 2019.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile