Pensione donne: integrabile con contributi da lavoro dipendente?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Il fondo casalinghe può essere integrato con i contributi da lavoro già versati? Quale strada per una pensione “intera” a chi mancano anni di contributi?

Buongiorno, le scrivo dopo aver letto la vostra risposta relativa alla pensione per le casalinghe.   Mia moglie a lavorato ma gli mancano 5 anni per avere diritto alla pensione.  Sarebbe possibile versare le quote per la pensione casalinga e poi chiedere una integrazione tra le due pensioni?   Ovviamente questo abbatterebbe il montante mensile ma sarebbe comunque un benificio rispetto ad oggi.   Grazie

 

Purtroppo la pensione derivante dal fondo casalinghe non permette cumulo, ricongiunzione, totalizzazione o integrazione con contributi versati presso altre gestioni previdenziali: i contributi non possono essere sommati.

Versando 5 anni di contributi nel fondo casalinghe sua moglie avrebbe diritto soltanto alla quota di pensione che maturerebbe nel fondo stesso perdendo i 15 anni di versamenti di contributo da lavoro che raggiungendo i 20 anni le darebbero diritto alla pensione di vecchiaia.

Premettendo che 5 anni di versamenti nel fondo casalinghe danno diritto ad una pensione integrativa irrisoria (versando per 5 anni la somma minima di 25 euro al mese si ottiene una “pensione” di circa 7 euro mensili), il mio consiglio per permettere a sua moglie di avere una pensione dignitosa è di chiedere un’autorizzazione al versamento dei contributi volontari per versare i 5 anni di contributi mancanti per l’ottenimento della pensione di vecchiaia. Sicuramente sarebbe una strada più onerosa ma che darebbe diritto, alla sua conclusione, ad una pensione vera e non ad una misera integrazione.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile