Pensione con la quota 100 a 62 anni con 44 anni di contributi o pensione anticipata?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Per chi deve accedere a breve alla pensione anticipata cosa accade con l’entrata in vigore della nuova quota 100?

Salve sono un’assistente amministrativa. Al 31 agosto 2018 ho maturato 40 anni di servizio e ho compiuto 58 anni di età. Al 31/12/1995 non avevo raggiunto i 18 anni di servizio (ma 17 e mezzo).
Dai calcoli fatti con legge Fornero dovrei andare in pensione l’1/9/2020 con 42 anni di servizio e 60 di età. 
Con il discorso quota 100 cosa cambia per me?
 Devo andare in pensione a 62 anni di età e 44 anni di contributi???
Vi ringrazio

Con il discorso quota 100 per lei non cambia assolutamente nulla poichè come abbiamo scritto in un precedente articolo la quota 100 non abolisce la pensione anticipata. 

Aderire alla quota 100 per i lavoratori dovrà essere una scelta e non un obbligo poichè dopo il 2019 resterà in vigore anche la pensione anticipata secondo le regole vigenti e quindi con 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne e con 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini (a meno che il governo non metta in pratica la proposta di bloccare l’aumento dell’età pensionabile legato all’adeguamento alla speranza di vita Istat di 5 mesi, nel qual caso i requisiti per l’accesso rimarranno quelli vigenti nel 2018 di 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e di 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini).

Potrà, quindi, accedere, con tutta tranquillità alla sua pensione anticipata nel settembre 2020.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile