La Pace fiscale comprenderà i debiti IVA, ma senza sconto

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

La nuova misura Pace Fiscale o mini-sanatoria, comprenderà anche i debiti IVA, ma senza sconto. Sarà possibile pagare in 5 anni.

Salve, vorrei sapere se con questa pace fiscale posso chiudere il mio debito con il fisco. Considerato che ė di circa 50000 euro tra Imps, INAIL, iva non versata, tassa mondezza qualche verbale, bolli auto. Io non ho più l’ attività dal 2006 e nel 2011 mi ė stata iscritta un ipoteca su l’ immobile, unico e di residenza. Ancora non mi ė molto chiaro come si svilupperà questa cosa. Magari voi avete le idee un po più chiare in merito. Grazie, saluti.

 

Si, lei potrà chiudere le sue pendenze con il fisco, bisognerà valutare singolarmente i debiti, ma secondo le ultime indiscrezioni la Pace fiscale consisterà in una mini-sanatoria, per tutti  i debiti.

Per maggiori informazioni consiglio di leggere: Pace fiscale o mini sanatoria, quali debiti saranno inseriti? Le ultime novità

Pace Fiscale e debiti IVA

Uno dei punti controversi della nuova misura “Pace fiscale” o mini-sanatoria, riguarda l’IVA. Il dubbio che attanaglia i tecnici è che l’unione europea non digerirebbe una rinuncia preventiva alla riscossione del tributo. Il dubbio non sussiste per la cancellazione di sanzioni e di interessi. Se la misura dovesse andare in porto, entrerebbero anche le cartelle con carichi iscritti a ruolo dall’Agenzia delle Dogane affidati all’Agenzia delle Entrate – Riscossione. Anche in questo caso, si potrà avere la cancellazione solo di interessi e sanzioni.

Se il funzionamento della Pace Fiscale, seguirà quello della Definizione agevolata (Rottamazione cartelle esattoriale), lei aderendo alla misura, bloccherà le procedure in atto, quali ipoteca, pignoramento, ecc…

Avrà la possibilità di pagare a rate fino a 5 anni, almeno dagli ultimi sviluppi.

Aspetti negativi

Gli aspetti negativi, come anche per la Rottamazione, e che ad un solo ritardo o mancato pagamento di una rata, l’Agenzia delle Entrate, procederà alla riscossione immediata di tutti i debiti, con l’intimazione a pagare entro 5 giorni, senza possibilità di una rateizzazione del debito in caso di mancato pagamento. Un aspetto sottovalutato da molti che hanno aderito alle rottamazioni precedenti.

Ricordo, che la misura non è ancora definita, non si conoscono gli aspetti tecnici, quindi in questo momento ci basiamo su ipotesi.

Leggi anche: Pace Fiscale e avvisi bonari con rateazione in atto, cosa succederà?

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile