In pensione con 42 anni di contributi: quota 100 o anticipata?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Per chi ha 42 anni di contributi e un’età al di sotto dei 60 anni conviene attendere la quota 100 o è meglio accedere alla pensione anticipata?

A  Agosto 2019 faccio 42 anni contributivi e 58 di età anagrafica mi chiedevo se posso andare in pensione con quota 100???

Per accedere alla quota 100 saranno necessari 62 anni di età unitamente ad un minimo di 38 anni di contributi. I requisiti minimi vanno rispettati entrambi e quindi, nel suo caso, per accedere alla quota 100 non le basta raggiungere la somma 100 tra età e contributi ma le serve necessariamente compiere i 62 anni.

Per lei, quindi, è molto più conveniente come tempistica accedere alla pensione anticipata che per gli uomini, dal 1 gennaio 2019, richiederà 43 anni e 3 mesi di contributi, requisito che maturerà a novembre 2020.

Nel 2020, tra l’altro, secondo le intenzioni del governo dovrebbe essere attuata anche la pensione con 41 anni di contributi per tutti indipendentemente dall’età. In questo caso potrebbe accedere alla pensione (se la misura non dovesse presentare penalizzazioni sull’assegno pensionistico) non appena divenisse operativa.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile