In pensione anticipata con 62 e 65 anni: quali sono le possibilità?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Vediamo quali possibilità di pensionamento anticipato ci sono con 62 e 65 anni di età nel 2019 rispondendo ai quesiti dei nostri lettori.

  1. Ho 65 anni e 41 di contributi,posso andare in pensione? 
  2. Io ho 62 anni è 37 anni e 5 mesi di contributi. Al momento disoccupato, che soluzione ho e quando per la pensione?

    Grazie anticipatamente.

  3. Buongiorno, sono un operaio metalmeccanico (tornitore meccanico) e in base ai dati INPS dovrei andare in pensione il 01/07/2019 con 43 anni e 3 mesi.
    Sono compresi i 5 mesi previsti riguardante l’aspettativa di vita?
    C’è la remota possibilità che questi vengano aboliti già dal 2019? ho letto qualcosa a riguardo alcuni giorni fa.

Rispondiamo ai quesiti dei nostri lettori

  1. Sicuramente nel 2019 potrà accedere alla pensione con la quota 100 avendo abbondantemente raggiunto sia il requisito anagrafico che quello contributivo. Potrà presentare domanda non appena sarà pubblicato il decreto attuativo che illustrerà modalità  di accesso e di presentazione della domanda.
  2. Purtroppo per la mancanza del requisito contributivo di 38 anni non potrà accedere, il prossimo anno, alla quota 100. L’alternativa per poter accedere alla pensione con un certo anticipo rispetto alla pensione di vecchiaia potrebbe essere rappresentata dall’Ape volontario non appena compirà i 63 anni, visto che la misura rimarrà in vigore ancora per tutto il 2019. Per approfondire requisiti e modalità di accesso all’Ape volontario può leggere il seguente articolo: Requisiti Ape volontario.
  3. Nel calcolo fatto dall’Inps sono compresi anche i 5 mesi di eventuale aumento dell’età pensionabile. Il governo ha ipotizzato la possibilità di bloccare tale aumento per l’accesso alla pensione anticipata (ma ovviamente non sappiamo se tale ipotesi sarà attuata o meno) e se così fosse potrebbe accedere alla pensione anticipata con 5 mesi di anticipo con 42 anni e 10 mesi di contributi il 01/02/2019.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile