Bollo auto con legge 104, con il cambio di Regione, si è sempre esenti?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Bollo auto con esenzione per legge 104, con il trasferimento di residenza da una regione all’altra, l’esenzione è sempre valida?

Mio marito era residente ed esente bollo auto per invalidità a Torino. Trasferita la residenza in Umbria ha continuato a non pagare il bollo (da febbraio 2017 fino a marzo 2018 quando è deceduto.) Fatta voltura auto me sua moglie, pagato bollo  a Perugia fino a fine 2018. Da gennaio prossimo devo pagare nella regione Piemonte, perché li io risiedo. Non riesco a chiudere pratica esenzione  in Umbria. In sostanza: Dal trasferimento residenza di mio marito, fino a giorno sua morte devo pagare bollo? Come faccio a sapere se va tutto bene? A voce dicono che anche in Umbria era riconosciuta l’ esenzione ma io non ho mai fatto domande varie, pensando che la cosa fosse automatica.

 

L’esenzione del bollo auto con legge 104 varia da Regione a regione. Per richiederla, bisogna presentare opportuna istanza. Nelle regioni convenzionate con ACI, la domanda per l’esenzione va presentata entro 90 giorni dalla scadenza del pagamento del bollo.

Non è un termine perentorio, l’istanza può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno, ma sempre entro il limite dei termini di decadenza e prescrizione previsti per le agevolazioni fiscali. Un eventuale ritardo nella presentazione di qualche documento a corredo della domanda non comporta la decadenza dall’agevolazione. Le norme variano a seconda della Regione, quindi conviene sempre informarsi prima di presentare l’istanza di esenzione.

Nel caso specifico, suo marito al trasferimento di residenza presso un’altra regione, doveva presentare l’istanza di esenzione nella regione dove si era trasferito, ed esattamente in Umbria.

Non so se le è già ricevuto cartelle esattoriali, se si può avvalersi della Rottamazione Ter, per maggiori informazioni, le lascio quest’articolo: Novità bollo auto non pagato, stralcio del debito o Rottamazione Ter?

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile