Consiglio superiore di Sanità su Coronavirus: “Possibile una proroga per stop lezioni a scuola”

Stampa

“La chiusura delle scuole è un sacrificio che serve e va fatto perché la partita riguarda tutti i cittadini”., a dirlo Il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro

“La chiusura delle scuole è un sacrificio che serve e va fatto perché la partita riguarda tutti i cittadini”. E poi chiarisce un punto fondamentale: “Il documento che abbiamo mandato al governo non aveva indicazioni sulla durata di chiusura della scuola. Quanto è stato deciso dal consiglio dei ministri, comunque, non è distante dalle indicazioni che avevamo dato per limitare il contagio. Potrebbe esserci una proroga sullo stop alle lezioni”.

Quella del Coronavirus, ha detto, inoltre “è una sfida di tutto il nostro paese in cui dobbiamo mettere tutte le nostre conoscenze“.

Stiamo vivendo una situazione completamente nuova – ha aggiunto il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli – che non ha precedenti nella storia epidemiologica e infettivologica”. Dunque, ha concluso, “non ci sono elementi solidi e inconfutabili rispetto ai quali è possibile formulare raccomandazioni stringenti“, e pertanto “non ci sono evidenze scientifiche in termini di contenimento del virus derivanti dalla chiusura della scuola e sui tempi scelti“. Tuttavia, “è un sacrificio che va fatto“.

Coronavirus, dal 5 al 15 marzo scuole chiuse o con attività didattiche sospese in tutta Italia. Decreto: tutte le norme in vigore, FaQ

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur