Connivenze scandalose sull’uso dei cellulari nelle prove d’esame e a scuola

di Lalla
ipsef

Michela Tartaglia – Ho ricevuto qualche email di solidarietà per la denuncia pubblicata tempestivamente solo dalla vostra redazione. Le grandi testate nazionali e i relativi siti web si interessano di altre forme di truffa e ridicolo che ci squalificano nel mondo. Questo sembra un argomento che non interessa nessuno. Ma poi, chi decide che cosa interessa alla gente? Io sono convinta che eticamente è un argomento marcio e che vada asportato come si fa coi bubboni, drasticamente.

Michela Tartaglia – Ho ricevuto qualche email di solidarietà per la denuncia pubblicata tempestivamente solo dalla vostra redazione. Le grandi testate nazionali e i relativi siti web si interessano di altre forme di truffa e ridicolo che ci squalificano nel mondo. Questo sembra un argomento che non interessa nessuno. Ma poi, chi decide che cosa interessa alla gente? Io sono convinta che eticamente è un argomento marcio e che vada asportato come si fa coi bubboni, drasticamente.

Non tocca certo al singolo o a me trovare soluzioni alla deriva vergognosamente tollerata. Allego i suggerimenti di un amico competente in tecnologia, di cui ometto il nome, essendo in servizio in una scuola-tipo, cioè di quelle dove a parole si proibisce e nei fatti si consente. Ci sono obiezioni motivate all’uso dei jammer e un suggerimento semplice come la scoperta dell’acqua calda. BASTEREBBE VOLERLO!!!

Per questo incollo url e homepage

Rilevatore di telefoni cellulari accesi

Tale avviso può essere inviato sotto forma di allarme sonoè un sistema per la rilevazione di telefoni cellulari, in un raggio d’azione di circa 30 metri. Una volta rilevato un cellulare nel suo campo, esso avverte l’utente di spegnere il proprio apparecchio.ro, oppure è possibile registrare un messaggio vocale che verrà riprodotto ogni volta che viene localizzato un cellulare acceso.

In alternativa, può funzionare in maniera silenziosa, con una luce rossa che inizierà a lampeggiare in caso di allarme.
Cell Detector rileva non soltanto i cellulari in uso (ossia quelli impegnati in una conversazione), ma anche quelli attivi in modalità stand-by.

Grazie a Cell Detector, sarà possibile assicurarsi che, in quelle situazioni in cui i telefonini devono essere spenti (concerti, conferenze, cinema) lo siano effettivamente, evitando spiacevoli sorprese, e risparmiando il tempo che si perde pregando gli astanti di spegnere il loro cellulare o, peggio ancora, di interrompere una conversazione per farlo.

l suo uso è semplicissimo, bastano pochi minuti per impostare i vari parametri di funzionamento e metterlo subito al lavoro, configurando a proprio piacimento il livello di sensibilità e tipo e volume dell’avviso da inviare all’utente di un cellulare “fuorilegge”. Una volta messo in operatività, le sue batterie gli permettono un’autonomia d’uso di oltre un anno, il tutto in maniera discreta, semplice e soprattutto, assolutamente legale in qualsiasi paese vi troviate.

Come funziona?

Una volta acceso, il vostro Cell Detector si mette in posizione di ricezione, captando segnali radio che vengano emessi dai telefoni nel suo raggio d’azione. Grazie a questo riesce a rilevare anche i cellulari quando essi non sono impegnati in una telefonata, ma sono semplicemente contenuti un una borsa o in tasca, ed il proprio utente potrebbe aver dimenticato di spegnerli.

Una volta che il segnale di un cellulare viene rilevato, Cell Detector emette un segnale, a scelta tra tre diverse modalità. Inoltre, è possibile abbinare al segnale di allarme, anche un messaggio vocale che avvisa di interrompere l’uso del proprio apparecchio telefonico e di spegnerlo.

In modalità silenziosa, l’apparecchio emette solo una luce rossa lampeggiante, per evitare di disturbare troppo chi si trova nelle vicinanze, ad esempio durante un concerto. E’ anche possibile inviare segnali wireless ad un sistema di sicurezza, quale un allarme, che entra in funzione in caso di necessità.

Utilizzando questi tre tipi di allarme in maniera combinata, è possibile mantenere il proprio ambiente protetto dalle interferenze dei cellulari, garantire la privacy o il rispetto del silenzio, in svariate situazioni e luoghi, quali ospedali, laboratori, impianti industriali, tribunali, ambasciate, installazioni militari, durante incontri riservati di carattere commerciale o politico o durante un meeting in ufficio.

Può essere usato all’interno di scuole, ristoranti o bar, cinema o teatri, per evitare di disturbare i propri vicini con lo squillo, o evitando di costringerli ad ascoltare chiacchiere che proprio non li interessano.

Inoltre, rilevando la presenza di un telefono cellulare è possibile prevenire rapine in banca o addirittura attentati da parte di terroristi che possano usare la tecnologia cellulare per compiere i loro atti.

Versione stampabile
soloformazione