Congedo parentale: si allunga con il Jobs Act

WhatsApp
Telegram

Il decreto legislativo sulla conciliazione vita-lavoro  approvato in via definitiva dal Governo, cambia in modo radicale il congedo parentale nella sua durata

Il decreto legislativo sulla conciliazione vita-lavoro  approvato in via definitiva dal Governo, cambia in modo radicale il congedo parentale nella sua durata

Tale congedo, infatti, viene allungato dall’età massima del bambino che attualmente è di 8 anni a 12 anni di età, per il congedo parentale retribuito parzialmente, invece, l’età si allunga dagli attuali 3 anni a 6 anni. Almeno queste sono le direttive per la sperimentazione del 2015.

Novità

Le due novità principale nel congedo parentale sono le seguenti:

  • si può godere del congedo fino ai 12 anni di età del bambino con l’astensione facoltativa dal lavoro di 6 mesi
  • l’indennità di congedo parentale, senza vincoli di reddito, si allunga da 3 a 6 anni.




Beneficiari

Delle novità potranno beneficiare i genitori di figli nati tra il 2007 e il 2012, ovvero genitori con figli con età compresa tra gli 8 e i 12 anni poiché per loro c’è la possibilità di una riapertura dei termini per usufruire del congedo parentale se non hanno sfruttato i sei mesi di astensione dal lavoro entro i primi  8 anni di vita del figlio.

Indennità congedo parentale

Attualmente questa indennità viene riconosciuta per il periodo di congedo parentale se avviene entro i primi 3 anni di vita del bambino. La novità allunga il periodo fino ai 6 anni di vita senza vincoli reddituali mentre per i successivi due anni, quindi fino agli 8 anni del bambino, l’indennità è riconosciuta solo se si è in possesso del requisito reddituale di 16.328 euro.

Congedi parentali base oraria

Tra le altre novità c’è la possibilità di fruire dei congedi parentali su base oraria: con l’entrata in vigore del decreto questa possibilità sarà estesa a livello aziendale. Un’altra novità riguarda il periodo di preavviso del congedo parentale, attualmente di 15 giorni, viene ridotto a 5.
Congedo parentale e adozioni

Anche per i bambini adottati si allungano i tempi del congedo parentale dagli 8 anni dall’ingresso in famiglia ai 12 anni che in ogni caso non può essere fruito dopo il raggiungimento della maggiore età dal figlio.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur