Congedo mestruale per le studentesse, Piccolotti (Verdi-SI): “Giusta richiesta. Dai ragazzi una lezione importante”

WhatsApp
Telegram

“Grazie a Chiara Pirazzini, la studentessa di 17 anni in un liceo di Ravenna che nella sua scuola ha ottenuto un riconoscimento storico: due giorni di congedo mestruale per chi soffre di un ciclo particolarmente doloroso”.

Lo scrive su Facebook Elisabetta Piccolotti dell’Alleanza Verdi Sinistra.

Chiara, il suo preside, il suo consiglio di istituto, hanno fatto quello che nel mondo del lavoro non si è ancora riusciti a fare, quei due giorni di congedo sono molto di più di una piccola conquista, sono il riconoscimento di un diritto. Il congedo mestruale retribuito è già normato in Spagna, è nel nostro programma elettorale e ci batteremo per ottenerlo anche in Italia per tutte coloro ne abbiano bisogno”, prosegue.

Da Chiara, dalle sue compagne e dai suoi compagni – prosegue l’esponente rossoverde della commissione cultura di Montecitorio – una lezione importante: lottando e impegnandosi si ottengono risultati che sembravano impossibili.

E hanno fatto bene in questi giorni gli studenti delle scuole romane – conclude Piccolotti – a rilanciare questa battaglia con sit in davanti agli istituti della Capitale. Ascoltare le istanze delle persone è invece un dovere della buona politica, o della buona gestione di una scuola. I diritti vengono prima della produttività. Il governo prenda esempio.

Le studentesse romane chiedono il congedo mestruale: “Il ciclo non è un lusso”

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro