Congedo biennale e permessi 104/92, Inps: possono essere cumulati e senza ripresa lavoro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Inps, con messaggio n. 3114 del 07/08/2018, ha fornito indicazioni in merito alle modalità di fruizione dei permessi previsti dall’articolo 33 della legge n. 104/92 e del congedo straordinario previsto dall’articolo 42, comma 5, del D.lgs n. 151/2001. 

Cumulo permessi e congedo

E’ possibile cumulare i permessi mensili, ossia i 3 giorni, con il congedo straordinario ?

Sì, come possiamo leggere nel succitato messaggio:

Come già evidenziato nella circolare n. 53/2008, è possibile cumulare nello stesso mese, purché in giornate diverse, i periodi di congedo straordinario ex art. 42, comma 5, del D.lgs n. 151/2001 con i permessi ex art. 33 della legge n. 104/92 ed ex art. 33, comma 1, del D.lgs. n. 151/2001 (3 giorni di permesso mensili, prolungamento del congedo parentale e ore di riposo alternative al prolungamento del congedo parentale).

Permessi e congedo, dunque, sono cumulabili nello stesso mese, ma vanno fruiti in giornate diverse.

Ripresa attività lavorativa

Nel messaggio si evidenzia che tra la fruizione dei periodi di congedo e dei  3 giorni di permesso mensili non è necessario riprendere l’attività lavorativa.

Quanto suddetto è possibile anche a capienza di mesi interi e indipendentemente dalla durata del congedo straordinario.

Per approfondire leggi la guida del prof. Paolo Pizzo

Messaggio Inps

Versione stampabile
anief anief
soloformazione