Congedi, un’ora a quadrimestre a genitori per colloqui scuola

Stampa

Elena Bonetti, ministra della Famiglia e delle Pari Opportunità, chiarisce i contorni del Family act ossia il pacchetto di riforme per la famiglia attualmente allo studio del governo. Ne parla Il Messaggero.

Un’ora a quadrimestre per i colloqui scolastici dei propri figli, ma non solo. La ministra punta ad almeno 15 giorni di congedo parentale obbligatorio per i papà. Secondo Bonetti il sistema di sostegno all’educazione va rivisto a 360° per far sì che funzioni, dunque non possono bastare le misure per gli asili nido.

Per questo, soprattutto per dare la possibilità ai genitori di seguire il percorso scolastico dei propri figli, Bonetti mira a introdurre un’ora a quadrimestre di congedo obbligatorio. “Un genitore non può prendere un permesso non retribuito dal lavoro per andare a scuola perché è un servizio che svolgo anche a nome della collettività e quindi anche per il datore di lavoro” ha spiegato la ministra.

Ricordiamo che nell’ultima legge di Bilancio il congedo obbligatorio di paternità è stato esteso da 5 a 7 giorni, ma la ministra ritiene siano ancora insufficienti, anche se il percorso è ancora lungo. “Per il momento non abbiamo ottenuto i 10 giorni che avevamo chiesto ma ora vogliamo arrivare ad almeno due settimane” ha detto Bonetti.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì