Confindustria lancia un messaggio ad Orientagiovani a Firenze: istruzione tecnica ed entusiasmo in aiuto del PIL

di Giulia Boffa
ipsef

Giulia Boffa – Il Nuovo Teatro della musica di Firenze ha ospitato la 19esima giornata nazionale di Orientagiovani, manifestazione promossa da Confindustria (con iniziative in altre 90 città italiane) per avvicinare gli studenti al mondo dell’impresa.

Giulia Boffa – Il Nuovo Teatro della musica di Firenze ha ospitato la 19esima giornata nazionale di Orientagiovani, manifestazione promossa da Confindustria (con iniziative in altre 90 città italiane) per avvicinare gli studenti al mondo dell’impresa.

Molti sono stati gli interventi rivolti ai giovani, che affollavano la sala, da parte di imprenditori ai vertici di Confindustria, che hanno incoraggiato i ragazzi presenti a seguire studi tecnici in barba ai tanti pregiudizi nei confronti della cultura umanistica.
 
Un’eleborazione di Confindustria su dati Istat ha confermato il legame tra cultura tecnica e andamento del PIL del Paese, il picco è stato raggiunto negli anni ’80, ma l’Italia è ancora il secondo Paese manifatturiero in Europa ed ha bisogno delle competenze e dell’entusiasmo dei giovani, come ha detto il Presidente Giorgio Squinzi, rincalzato dal suo vice in Confindustria, Ivan Lo Bello, che ha elogiato gli studenti impegnati a costruire robot con i loro insegnanti all’Istituto tecnico di Catania, rappresentando con orgoglio l’Italia nel mondo. 
 
Un accenno anche alle lotte in piazza degli studenti è venuto da Jacopo Morelli, presidente dei giovani imprenditori, che ha affermato:"Se togliamo i casi isolati di violenza, i giovani hanno fatto bene a manifestare, perché oggi la politica nazionale non dà le risposte adeguate alle necessità del nostro tempo. E quando non ti viene data una cosa che ti spetta, bisogna alzarsi e prendersela". Gli ha fatto eco il presidente fiorentino di Confindustria, che ha sottolineato l’obiettivo delle aziende fiorentine, che intendono assumere il 5% in più di laureati in specialistica rispetto allo scorso anno, soprattutto in area economica ed ingegneristica, ma anche alcuni indirizzi professionali sono particolarmente efficaci per trovare lavoro. 
Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare