Abilitazione all’insegnamento in soffitta, arrivano i FIT, cosa sono e come si accede

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Per diventare insegnanti il sistema di reclutamento targato PD prevede un periodo di tirocinio e formazione (FIT).

Riguarda il nuovo sistema per diventare docenti nella scuola secondaria di secondo grado. In soffitta l’abilitazione all’insegnamento.

Per diventare docenti nella scuola secondaria, bisognerà dopo la laurea superare il concorso che consentirà l’acceso al nuovo percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione di docente, denominato FIT, come richiesto nel parere della VII Commissione cultura.

Come si sarà immessi in ruolo

Sintetizziamo di seguito quello che costituirà il nuovo iter, che condurrà all’assunzione in ruolo dei docenti della scuola secondaria di I e II grado e si articola nelle seguenti fasi:

  1. un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale;
  2. un successivo percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione di docente, differenziato fra posti comuni e posti di sostegno, destinato ai soggetti vincitori del concorso;
  3. una procedura di accesso ai ruoli a tempo indeterminato, previo superamento delle valutazioni intermedie e finali del citato percorso formativo.

Superato il concorso, dunque, i docenti stipuleranno un contratto triennale retribuito di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione di docente (percorso FIT).

Primo Anno

Al termine del primo, il docente  deve conseguire il diploma di specializzazione per l’insegnamento secondario al termine di corsi annuali di specializzazione istituiti, in convenzione con l’Ufficio scolastico regionale, da università, istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica o loro consorzi. Il diploma di specializzazione è diverso per docenti curricolari e docenti di sostegno.

Secondo Anno e Terzo Anno

Conseguito il diploma di specializzazione, il futuro docente completa nel secondo e terzo anno del percorso FIT la propria formazione con ulteriori attività di studio, con tirocini formativi diretti e indiretti e con la graduale assunzione di autonome funzioni docenti. L’ammissione al terzo anno è determinata dal superamento della valutazione al termine del secondo anno.

Nel corso del secondo anno, il docente, sulla base di incarichi del dirigente scolastico della scuola interessata e fermo restando gli altri impegni formativi, può effettuare supplenze nell’ambito scolastico di appartenenza, e, nel terzo anno, su posti vacanti e disponibili.

Il percorso FIT, come suddetto, si frequenta in seguito al superamento del concorso e alla sottoscrizione di un vero e proprio contratto, che:

– può essere interrotto in caso di impedimenti temporanei e successivamente ripristinato sino al completamento del triennio;

– può essere sciolto definitivamente in caso di assenze prolungate ingiustificate, di mancato conseguimento del diploma di specializzazione, di mancato superamento delle valutazioni intermedie e finali.

Il nuovo modello di reclutamento e formazione dei docenti della scuola secondaria di II grado partirà dal 2018 per cui i primi docenti, assunti secondo il nuovo sistema, saliranno in cattedra nel 2022.

Ricordiamo, infine, che i concorsi e conseguenti percorsi FIT si svolgeranno a cadenza biennale.

Riforma approvata, le schede dei decreti nuovo reclutamento, sostegno, esami di stato, 0-6, estero, professionali

Versione stampabile
soloformazione