Condono rottamazione ter, la domanda entro il 30 aprile 2019 (modulo + istruzioni)

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Condono Pace fiscale, tutte le istruzioni per aderire alla Rottamazione ter con modulo da scaricare e FAQ aggiornate sui casi possibili.

Buongiorno, vorrei sapere come posso aderire alla nuova Rottamazione e quali documenti bisogna presentare. Attendo la vostra risposta e vi ringrazio.

Sono incluse nella Rottamazione ter, i debiti affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017: rate fino a cinque anni senza corrispondere sanzioni e interessi di mora. La domanda entro il 30 aprile 2019.

Rottamazione Ter

L’art 3 del Decreto Legge n. 119/2018 prevede la Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 (cosiddetta “rottamazione-ter”).

Chi intende aderire pagherà l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

Non rientrano nel beneficio della Definizione agevolata alcune tipologie di carichi, esclusi in ragione della loro natura, e in particolare quelli riferiti a:

  • recupero degli aiuti di Stato considerati illegittimi dall’Unione Europea;
    crediti derivanti da condanne pronunciate dalla Corte dei conti;
  • multe, ammende e sanzioni pecuniarie dovute a seguito di provvedimenti e sentenze penali di condanna;
  • sanzioni diverse da quelle irrogate per violazioni tributarie o per violazione degli obblighi relativi ai contributi e ai premi dovuti agli enti previdenziali.

Rottamazione ter: ultime novità

Con la conversione in legge del decreto fiscale (D.L. 119/2018) la definizione agevolata dei ruoli, prevedere 2 modalità alternative di pagamento: in unica soluzione entro il 31.07.2019 o in un numero massimo di 18 rate consecutive. Nell’ipotesi di opzione per il pagamento rateale, la prima o la seconda rata, ciascuna di importo pari al 10% delle somme complessivamente dovute ai fini della definizione, dovranno essere versate dal debitore, rispettivamente, entro il 31/07 e il 30/11 del 2019. Le altre rate dovranno essere tutte di pari ammontare e scadranno: 28/02, 31/05, 31/07 e 30/11 di ciascun anno a decorrere dal 2020.

Soggetti che rientrano nella Definizione agevolata 2018

Possono aderire alla nuova Definizione agevolata 2018 tutti coloro che hanno carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 compresi quelli che avevano già aderito:

  • alla “prima rottamazione” (Definizione agevolata prevista dal D.L. n. 193/2016) e sono decaduti per non aver versato tempestivamente ed integralmente le rate del piano di definizione;
  • alla “rottamazione-bis” (Definizione agevolata prevista dal D.L. n. 148/2017) nel solo caso in cui risultino integralmente saldate, entro il 7 dicembre 2018, tutte le rate in scadenza nei mesi di luglio, settembre e ottobre 2018.

Coloro, infatti, che non pagheranno le rate scadute entro il 7 dicembre non potranno più aderire alla Definizione agevolata 2018.

Come aderire

Per aderire alla Definizione agevolata 2018 è necessario presentare, entro il 30 aprile 2019, l’apposita dichiarazione di adesione:

  • alla casella pec della Direzione Regionale di Agenzia delle entrate-Riscossione di riferimento, inviando il Modello DA-2018, debitamente compilato in ogni sua parte, unitamente alla copia del documento di identità.

La domanda deve essere trasmessa tramite posta elettronica certificata (pec); presso gli Sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione presenti su tutto il territorio nazionale (esclusa la regione Sicilia) consegnando il Modello DA-2018 debitamente compilato e firmato.

Moduli e istruzione da scaricare in pdf

Fonte: Agenzia delle Entrate – Riscossione

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: