Condannato un papà per aver insultato la maestra del figlio su Facebook

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un altoatesino della val Badia è stato condannato a otto mesi di reclusione e 12 mila euro di risarcimento per aver diffamato in un post su Facebook l’insegnante del figlio che frequenta la scuola elementare in un paese della valle.

Il padre dell’alunno accusò la maestra di non essere  un esempio di serietà professionale per le troppe assenze fatte nel corso dell’anno.
Nel corso del processo è emerso che le assenze della maestra (che si è costituita parte civile nel procedimento) fatte registrare sul posto di lavoro erano da imputare ad una malattia che aveva colpito prima il marito e poi la stessa insegnante.

Fonte

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione