Concorso veloce materie scientifiche STEM: l’assunzione è nella regione scelta nella domanda, con vincolo di almeno tre anni

Stampa

Tra poche settimane o qualche mese vi sarà la graduatoria dei vincitori del concorso per le materie scientifiche STEM. I docenti neoassunti che andranno in cattedra dal primo settembre 2021, dovranno permanere nella sede di titolarità per tre anni. Senza il decreto sostegni bis, avrebbero dovuto attendere 5 anni.

Procedura concorsuale STEM prevista nel decreto Sostegni bis

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato in data 25 maggio corrente anno il decreto legge n. 73/2021 meglio  noto come “CORONAVIRUS – DECRETO SOSTEGNI BIS”

Il provvedimento, di 78 articoli, aveva subito un rallentamento a causa della necessità, da parte del governo, di rivedere la norma sul blocco dei licenziamenti. Il testo entra in vigore, ma per diventare legge dovrà passare, come è noto, l’esame del Parlamento: prima dalla Camera, dove si potrà modificare, e poi al Senato.

Con il Decreto sostegni  si avviano, tra le altre cose, le procedure per un concorso a cattedra rivolto alla copertura dei posti per le materie scientifiche. Secondo quanto previsto dal testo pubblicato in Gazzetta, i posti messi a bando per le materie STEM vengono raddoppiati. Infatti, i 3mila previsti nella bozza, sono passati a più di 6mila.

TESTO UFFICIALE [PDF]

Il concorso STEM – Di che si tratta – Dovrebbe concludersi entro il 31 luglio 2021

STEM – Definizione

STEM è l’acronimo di Science, Technology, Engineering, Mathematics [in lingua inglese]; in italiano, invece, rappresentano scienza, tecnologia, ingegneria e matematica.

Per queste classi di concorso di materie scientifiche STEM:

  • Matematica
  • Fisica
  • Matematica e Fisica
  • Scienze e tecnologie informatiche per la scuola secondaria di II grado
  • Matematica e Scienze per la secondaria di II grado.

si svolgerà in estate una selezione concorsuale più snella per portare in cattedra da settembre 2021, 6.129 docenti. Il concorso ordinario per infanzia, primaria e secondaria che riguarda tutte le altre classi di concorso avrà il suo avvio successivamente, probabilmente a seguire a cavallo tra Estate ed Autunno 2021. Ecco perchè si parla di anticipo della procedura concorsuale STEM; quest’ultima sta per avviarsi e si concluderà entro 2/3 mesi.

Il bando del concorso STEM

Non è previsto un nuovo bando e quindi successiva presentazione istanze di partecipazione da parte dei candidati in quanto si tratta delle procedure già bandite con il DD n. 499/2020 e che si svolgeranno in deroga alla normativa vigente, al fine di avere i docenti in cattedra già dall’a.s. 2021/22. Ne deriva che potranno partecipare al concorso soltanto i docenti che hanno presentato la relativa istanza entro il 31 luglio 2020. Gli aspiranti, che hanno presentato l’istanza entro la suddetta data, parteciperanno per le medesime classi di concorso per le quali avevano inoltrato la domanda. Non è dunque consentito modificare le classi di concorso di partecipazione.

Perché il concorso ordinario viene anticipato solo per queste classi di concorso (STEM) – Numero posti disponibili per ognuna

La motivazione fornita nel Decreto è:

“[…] in ragione degli obiettivi perseguiti tramite il Piano Nazionale di ripresa e resilienza circa il rafforzamento delle materie scientifiche e tecnologiche e dell’elevato numero dei posti vacanti e disponibili

Ribadiamo nel dettaglio le classi di concorso previste

Si tratta di:

Queste le classi di concorso e i posti banditi:

Concorso STEM semplificato – Prova scritta e prova orale. No valutazione dei titoli – No previa pubblicazione quesiti

La prova scritta, computer based, prevede 50 quesiti di cui

  • 40  sui programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’istruzione 20 aprile 2020, n. 201 per la singola classe di concorso,
  • 5 sull’informatica
  • 5 sulla lingua inglese.

ATTENZIONE:  Per la classe di concorso A027-Matematica e Fisica i 40 quesiti vertenti sui programmi sono suddivisi tra 20 quesiti di matematica e 20 quesiti di fisica.

SCARICA I PROGRAMMI PER LE CLASSI DI CONCORSO A26, A20, A27, A41

Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato.

La prova ha una durata massima di 100 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Non si dà luogo alla previa pubblicazione dei quesiti.

La valutazione della prova è effettuata assegnando:

  • 2 punti a ciascuna risposta esatta;
  • zero punti alle risposte non date o errate.

La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

La redazione dei quesiti della prova scritta, anche a titolo oneroso, è assegnata con affidamento diretto ad una o più università.

Per la classe di concorso A028 – Matematica e scienze i 40 quesiti vertenti sui programmi sono suddivisi tra 20 quesiti di matematica e 20 quesiti nell’ambito delle scienze chimiche, fisiche, biologiche e naturali. Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato.

Segue la prova orale, per la quale il decreto non dice nulla, se non che sarà  valutata al massimo 100 punti e superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti

La graduatoria di merito del Concorso STEM e vincolo triennale per i docenti neoassunti

La graduatoria di merito terrà conto dei punteggi di prova scritta e prova orale, nel limite dei posti banditi. Non si darà luogo alla valutazione di titoli e servizio. La graduatoria dovrà essere formata entro il 31 luglio 2021.

Le graduatorie di merito saranno utilizzate per le immissioni in ruolo a.s. 2021/2022, se approvate entro il 30 ottobre 2021. Tale data rappresenta il termine ultimo [solo per eventuali oggettive ragioni di ritardo], ai fini dell’utilizzazione delle G.M. per il predetto anno scolastico, in quanto le medesime graduatorie, come detto sopra, vanno approvate entro il 31 luglio 2021.

I vincitori del concorso STEM avranno un vincolo di permanenza nella sede di titolarità della durata di tre anni. Potranno chiedere trasferimento dunque solo al passare di un triennio. Tutto ciò grazie all’articolo 58, comma 1, lettera f) che recita testualmente:

al comma 3 dell’articolo 399 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, le parole: “cinque anni scolastici” sono sostituite dalle parole: “tre anni scolastici” e al comma 3 dell’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, le parole: “quattro anni” sono sostituite dalle parole: “due anni”. Al fine di tutelare l’interesse degli studenti alla continuità didattica, i docenti possono presentare istanza volontaria di mobilità non prima di tre anni dalla precedente, qualora in tale occasione abbiano ottenuto la titolarità in una qualunque sede della provincia chiesta. Le disposizioni di cui al precedente periodo si applicano a decorrere dalle operazioni di mobilità relative all’anno scolastico 2022/2023

Tradotto, significa quanto detto poco sopra. I vincitori di concorso inseriti a pieno titolo nella graduatoria di merito concorsuale regionale [principalmente, per intenderci, i futuri docenti neoassunti] dovranno rimanere nella sede di titolarità non più 5 anni ma solo 3.

Gli stessi docenti non potranno presentare, prima che siano trascorsi i tre anni, nemmeno:

  • domanda di utilizzazione;
  • assegnazione provvisoria;
  • ricoprire incarichi di insegnamento a tempo determinato in altro ruolo o classe di concorso ai sensi dell’art. 36 CCNL

Concorso veloce materie scientifiche (STEM) 2021: bando, prove, graduatorie e assunzioni. FAQ

Concorso STEM discipline scientifiche: quali classi di concorso, 6.129 posti, prove e quesiti. Tutte le info [GUIDA]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur