Concorso a tutti i costi, anche per Decreto d’urgenza

Di
WhatsApp
Telegram

red – Il concorso a cattedra si deve fare, a tutti i costi. Secondo quanto riferito dalla Gilda degli insegnanti, il Ministro ha dato come data tassativa il 24 settembre per la pubblicazione del decreto per indire il concorso. Anche a costo di lavorare durante le ore notturne.

red – Il concorso a cattedra si deve fare, a tutti i costi. Secondo quanto riferito dalla Gilda degli insegnanti, il Ministro ha dato come data tassativa il 24 settembre per la pubblicazione del decreto per indire il concorso. Anche a costo di lavorare durante le ore notturne.

Il Ministro Profumo è deciso, e a testa bassa procede spedito verso il concorso nonostante le forti perplessità per la tempistica. Tra l’altro abilmente anticipate da Italia Oggi.

Ma il Ministro non vuole scuse e intende far pubblicare il decreto di indizione del concorso il giorno 24 settembre in Gazzetta Ufficiale, anche costringendo il CNPI ad un lavoro straordinario.

La Gilda, che ne ha dato notizia, teme che ciò possa avvenire " senza i necessari tempi di riflessione e analisi".

Addirittura il Ministro, dicono dalla Gilda, "avrebbe dichiarato che pur di mantenere fede alle sue promesse alla stampa sarebbe disponibile a portare in Consiglio dei Ministri e a far pubblicare un Decreto provvisorio in attesa di perfezionamento".

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito