Concorso su testi brevi, Twitter fa scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Twitter, “La brevità come strategia di scrittura”, concorso internazionale per le scuole superiori. La sesta edizione del concorso ha come tema “Legami” e si apre alla valorizzazione delle “buone pratiche” didattiche. Promuove e organizza il Liceo Scientifico e Linguistico “Federico II di Svevia” di Altamura (BA) 

Comunicato – Nell’era dei telefonini e dei social network, la scuola non rinuncia alla bella scrittura ed alle sue regole. E neppure alla qualità della comunicazione, fatta di idee nutrite di letture, di studio e di confronti.

È questo il contenuto di fondo della sesta edizione del concorso internazionale di scrittura creativa “La brevità come strategia di scrittura: Twitter”.

Il tema prescelto per l’edizione di quest’anno, 2019, è “Legami”.
L’idea, portata avanti già nelle precedenti edizioni della competizione, è quella di promuovere tra i giovani una riflessione consapevole sui meccanismi della lingua e del bello scrivere attraverso i social network, ed in particolare Twitter, il quale, attraverso la scelta di limitare il numero dei caratteri consentiti per ciascun post, invita implicitamente gli utenti a meditare sia sul contenuto del messaggio da veicolare sia sulla forma, che deve essere breve ed efficace.

I partecipanti potranno interpretare la traccia suggerita dal tema di quest’anno nella maniera più congeniale rispetto alla propria ispirazione ed alla propria fantasia, e parlare, per esempio, degli infiniti legami, intesi come relazioni, che tracciano una rete invisibile di connessioni tra gli individui attraverso la storia, gli affetti, i ricordi, il viaggio, la natura. Gli innumerevoli spunti suggeriti dall’argomento si arricchiscono di fitte trame letterarie ed artistiche.

Citare un autore rispetto ad un altro è senz’altro riduttivo ed ingiusto, e a puro titolo esemplificativo si ricorda la potenza iconica del racconto virgiliano dell’Eneide, in cui appare Enea nell’atto di lasciare Troia in fiamme con il padre Anchise ed il figlio Ascanio. Il cuore, il corpo, la mente e le mani dell’eroe troiano rappresentano una serie di nodi dai quali parte e si intreccia una serie infinita di legami, genetici e affettivi, con il passato ed anche con il futuro che lo attende oltre il mare.

La competizione è riservata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado d’Italia e dei Paesi esteri e prevede l’invio entro il 16 marzo 2019 all’account Twitter del concorso, @in_breve, di un solo Tweet per ciascun partecipante. Il testo potrà essere composto in italiano o in inglese e ciascun partecipante concorrerà per una delle rispettive sezioni, a seconda della lingua prescelta e non della provenienza geografica della scuola. In pratica, anche studenti italiani potranno concorrere per la sezione in lingua inglese ed anche studenti stranieri potranno concorrere per la sezione in italiano.
Una sezione speciale è prevista per gli studenti della scuola che organizza il concorso, il Liceo Scientifico e Linguistico “Federico II di Svevia” di Altamura, i quali, scegliendo a propria discrezione la lingua nella quale inviare il proprio Tweet, italiano o inglese, gareggeranno tra loro per l’attribuzione di un premio speciale e non potranno partecipare alle due sezioni ordinarie della competizione.

L’edizione di quest’anno si apre inoltre alla valorizzazione delle “buone pratiche” didattiche, proprio perché lo spirito del concorso è quello di porre al centro le idee, la letteratura, l’arte, la tradizione reinterpretandole attraverso un mezzo moderno, Twitter. I docenti che propongono la partecipazione al concorso ad intere classi sono invitati, infatti, a descrivere il loro percorso didattico di preparazione e di studio finalizzato alla realizzazione di testi brevi, corretti e letterariamente validi, “micropoesie” e “microracconti”, e riceveranno un attestato di partecipazione.
Il concorso è un appuntamento oramai consolidato all’interno della “Settimana internazionale dei giovani”, durante la quale il liceo pugliese diventa punto di riferimento per numerose scuole italiane ed estere e promuove iniziative culturali di grande interesse. Tra queste il concorso di scrittura creativa, che ha alle spalle cinque edizioni, che hanno visto la partecipazione di numerosi studenti e scuole.

Si chiede ai partecipanti di inviare all’account del concorso un tweet che sia non solo attinente al tema prescelto ma anche corretto ed accurato sul piano linguistico e breve, ovvero contenuto entro i limiti dei 280 caratteri previsti da Twitter. Il tweet dovrà essere accompagnato da una scheda di partecipazione, ed eventualmente dalla descrizione del progetto didattico del docente, da inviare all’indirizzo email [email protected]. Bando e regolamento sono consultabili sul sito dell’istituto organizzatore, www.liceofederico.gov.it, oltre che sul sito dedicato alla competizione, www.concorsotwtter.wordpress.com.
I contatti con l’organizzazione sono possibili, oltre che, naturalmente, attraverso l’account Twitter del concorso, @in_breve, anche attraverso la pagina www.facebook.com/InBreve/ e l’indirizzo email [email protected].
Il concorso è ispirato all’ideale retorico della brevitas, secondo il quale è possibile veicolare contenuti pregnanti e significativi anche attraverso un numero contenuto di parole. Lo scritto così realizzato si presenta quindi come un piccolo capolavoro linguistico, un gioiello, una gemma preziosa che consente alla lingua di brillare in tutta la sua disarmante semplicità e bellezza. Il concetto è antico e vanta illustri precedenti letterari antichi e moderni, che affondano le loro radici nella retorica greca e latina e trovano eccellenti esempi di realizzazione nei testi di autori quali Catullo, Tacito, Marziale, Flaiano, Oscar Wilde, citando solo alcuni esempi. L’ideale che giunge dalla tradizione incontra la modernità del mezzo scelto, ovvero il social network Twitter.
Con il concorso il Liceo, sotto la guida del dirigente scolastico Giovanna Cancellara, intende proseguire un percorso innovativo di integrazione dei linguaggi didattici. Il concorso è stato ideato dalla docente Sabina Piscopo e l’organizzazione si avvale del supporto di uno staff del quale fanno parte anche le docenti Margherita Susca, Arcangela Capobianco, Alessandra Montemurro, Lidia Oliviero e Teresa Indrio. Sono previsti tre premi per la sezione in lingua italiana (primo premio un tablet, secondo premio uno smartphone, terzo premio dei libri) ed un premio per la sezione in inglese (un tablet). Il premio speciale riservato agli studenti della scuola organizzatrice consiste in un tablet. La premiazione si terrà ad Altamura il 10 aprile 2019 presso il Teatro Mercadante.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione