Concorso straordinario, si aspettano ancora decisioni dal Parlamento. Sottosegretario De Cristofaro: non condivido idea di svolgere le prove

Stampa

Concorso straordinario secondaria: il sottosegretario De Cristofaro auspica che il Parlamento possa modificarne l’impostazione. 

Il bando per il concorso straordinario per la secondaria di I e II grado procedura per il ruolo è stato pubblicato ieri 28 aprile in Gazzetta Ufficiale, con data di presentazione delle domande 28 maggio – 3 luglio.
Per quanto riguarda lo svolgimento delle prove, il Ministero ha comunicato “I concorsi si svolgeranno garantendo condizioni di massima sicurezza per i candidati. Il Ministero dell’Istruzione sta lavorando al piano logistico per il concorso straordinario per la scuola secondaria di I e II grado che sarà il primo ad essere espletato.”
A prendere le distanze da questa decisione è il Sottosegretario De Cristofaro, che  afferma “non condivido l’idea di far svolgere il concorso straordinario per l’immissione in ruolo dei docenti in un momento come questo, senza nessuna ragionevole certezza che l’evolversi della situazione possa consentire a decine di migliaia di persone di parteciparvi fra qualche mese in piena sicurezza.”
Una via alternativa, praticabile sia tecnicamente che politicamente, secondo il Sottosegretario,  è la procedura  “basata sui titoli e il servizio” ” la sola reale possibilità, cioè, che rende certo quello che tutti vogliamo,  l’immissione in ruolo dei docenti entro il 1 settembre.”
Per questo motivo il Sottosegretario auspica che “il Parlamento possa correggere una impostazione che come è noto non trova la condivisione delle parti sociali e del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì