Concorso straordinario secondaria, uno dei requisiti di accesso è l’anno di servizio specifico

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Concorso straordinario secondaria: i requisiti di accesso sono forieri di dubbi per i docenti che leggono il decreto. Maggiori indicazioni dovranno provenire nelle prossime settimane dal Ministero.

Con le dovute distinzioni a seconda che si partecipi per ruolo + abilitazione o solo per abilitazione (e quindi in quest’ultimo caso il servizio può essere anche quello delle scuole paritarie o IeFP) i requisiti di accesso al concorso straordinario sono:

  • titolo di studio valido per l’accesso alla classe di concorso
  •  tre annualità di servizio anche non consecutive svolte tra l’a.s. 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20 su posto comune o di sostegno. Come si conteggia l’annualità di servizio
  • almeno un anno di servizio deve essere stato svolto per la classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre
  • Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione è considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso, fermo restando il requisito dell’anno di servizio specifico.

Il docente che fa valere l’a.s. 2019/20 come requisito accede al concorso con riserva. 

Il titolo di studio di accesso per gli ITP è il diploma (+ naturalmente tutti gli altri requisiti di accesso).

Per accedere al concorso per i posti di sostegno è necessario essere in possesso della relativa specializzazione.

Quindi, per partecipare al concorso su posto comune occorre un anno di servizio specifico per la classe di concorso richiesta e per partecipare al concorso per sostegno serve, oltre al titolo di specializzazione e ai tre anni di servizio, un anno di servizio su sostegno.

Si possono riscontrare due tipologie di problematiche

  • Docente con tre anni di servizio per tre differenti classi di concorso, di cui uno di sostegno.  Chiede di partecipare per la classe di concorso per la quale ha svolto l’anno di sostegno
  • Docente con tre anni di servizio esclusivamente su sostegno. Potrà svolgere il concorso per posto comune?

La nostra risposta è affermativa, perché altrimenti non avrebbe avuto senso introdurre nel testo definitivo del Decreto Scuola “Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione è considerato valido ai fini della
partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso, fermo restando quanto previsto alla lettera b)”

La lettera b) è l’anno di servizio specifico.

Su questo punto bisogna però attendere indicazioni più specifiche da parte del Ministero.

Preparati al concorso con il corso di Orizzonte Scuola per rientrare nei 24mila posti disponibili

Unica deroga per i docenti di ruolo

Unica deroga a questa disposizione è per i docenti di ruolo che accedono al concorso straordinario esclusivamente per il conseguimento dell’abilitazione. In questo caso infatti i docenti possono utilizzare il servizio svolto anche in altro grado di scuola, in deroga al requisito dell’anno di servizio specifico.

Concorso straordinario secondaria: docenti di ruolo non hanno bisogno dell’anno servizio specifico se partecipano solo per abilitazione

Versione stampabile