Concorso straordinario secondaria, Turi (UIL): deve esserci batteria domande

Stampa

Il Decreto scuola è diventato legge dal 29 dicembre 2019. Il Miur è già al lavoro per la stesura dei due bandi, ordinario e straordinario, il primo appuntamento con i sindacati è atteso il 7 gennaio prossimo. 

In particolare, il bando della procedura straordinaria definirà:

  • posti disponibili per le immissioni in ruolo in ciascuna regione e per ogni classe di concorso e tipologia di posto;
  • termini e le modalità di presentazione delle domande di partecipazione;
  • la composizione di un comitato tecnico-scientifico incaricato di predisporre e validare – sulla base del programma di esame – i quesiti a riposta multipla per la prova scritta finalizzata all’immissione in ruolo e per la prova scritta finalizzata al conseguimento dell’abilitazione. Ai membri del comitato non spettano compensi di alcun tipo, fermo restando il rimborso delle spese;
  • la composizione delle commissioni di valutazione – distinte per la prova scritta per l’immissione in ruolo e per la prova scritta per il conseguimento dell’abilitazione – e delle loro eventuali articolazioni;
  • titoli valutabili e il punteggio ad essi attribuibile ai fini della procedura per l’immissione in ruolo;
  • l’ammontare dei diritti di segreteria (tassa per la partecipazione)

Prova scritta concorso straordinario

Il concorso straordinario per la secondaria di I e II grado sarà espletato con un’unica prova scritta selettiva computer based con quesiti a risposta multipla su argomenti afferenti alle classi di concorso e sulle metodologie didattiche. Il programma di esame è quello previsto per il concorso ordinario per titoli ed esami per la scuola  secondaria bandito nell’anno 2016.
Supereranno la prova i docenti che conseguiranno almeno  7/10.

Si partecipa sia per classe di concorso che posto di sostegno

Ciascun docente può partecipare al concorso straordinario in un’unica regione sia per il sostegno sia per una classe di  concorso.

È consentita la partecipazione  sia alla procedura straordinaria  sia al concorso ordinario, anche per la  medesima classe di concorso e tipologia di posto.

Turi (UIL): necessaria la batteria di domande

Il segretario generale del sindacato UIL, Pino Turi, entra nel vivo della procedura e spiega che essa dovrà essere svolta con la messa a disposizione dei partecipanti di una batteria di domande dalle quali il giorno della prova ne saranno estrapolate alcune.

La batteria di domande –  ha  spiegato al Mattino – delimita il contesto in cui i professori precari si misureranno nel concorso straordinario“.

Nell’accordo con Fioramonti era previsto un tavolo di confronto per l’attuazione del decreto scuola, in quella sede chiederemo garanzie e oggettività delle prove – conclude  Turi – abbiamo sempre chiesto e chiederemo di avere preventivamente la batterie delle domande. Ed è ciò che rivendichiamo“.

Concorso straordinario secondaria: requisiti di accesso, quesiti risposta multipla prova scritta, abilitazione [AGGIORNATO]

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!