Concorso straordinario secondaria: requisiti, articolazione e assunzione in ruolo

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Concorso straordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado: chi può partecipare e quali prove vanno affrontare sino all’assunzione in ruolo.

Accordo Miur-sindacati

Il 1° ottobre 2019, Miur e sindacati hanno firmato l’intesa che dà il via alla procedura per l’assunzione dei precari tramite un decreto legge che sarà presentato in Consiglio dei Ministri non appena predisposto.

E’ stata, inoltre, prevista la predisposizione di un disegno di legge, collegato alla prossima finanziaria, finalizzato a far conseguire l’abilitazione all’insegnamento ai docenti precari e non.

Requisiti concorso straordinario

Potranno partecipare al concorso straordinario abilitante per la scuola secondaria di primo e secondo grado, i docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  1. almeno tre anni di servizio nella scuola secondaria statale (anche su sostegno);
  2. uno dei predetti tre anni deve essere specifico, ossia svolto nella classe di concorso per cui si partecipa.

Il limite temporale, entro cui deve essere svolto il citato servizio, sarà indicato nel decreto legge.

Articolazione procedura

La procedura, che porterà all’assunzione in ruolo, si articolerà nella maniera di seguito riportata:

1) Concorso straordinario:

  • prova selettiva computer based, che prevede quesiti a risposta multipla e si supera con un punteggio minimo di 7/10;
  • graduatorie di merito redatte sommando i punteggi dei titoli culturali e di servizio posseduti più il punteggio ottenuto nella prova selettiva.

2) Assunzione in ruolo secondo la posizione in graduatoria

3) Periodo di prova:

  • che è ripetibile;
  • durante il quale si devono conseguire (a carico dello Stato), se non già posseduti, 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;
  • che si conclude con una prova orale selettiva, che si supera con un punteggio minimo di 7/10, nell’ambito della quale si deve dimostrare di saper progettare e condurre una lezione e che si tiene innanzi al Comitato di valutazione integrato da un membro esterno (scelto tra dirigenti tecnici, scolastici e docenti della stessa classe di concorso del docente).

4) Conferma in ruolo

Nel caso in cui non si dovesse superare per due volte (considerato che il periodo di prova è ripetibile) la prova orale prevista al termine del periodo di prova, il contratto di assunzione è risolto.

Posti previsti

I posti previsti per  il concorso sono 24.000, corrispondenti ai docenti che saranno assunti in ruolo secondo la succitata procedura.

I docenti, che superano la prova selettiva ma non rientrano nelle assunzioni previste, se titolari di un contratto almeno sino al 30 giugno, sostengono una prova orale selettiva finalizzata la conseguimento dell’abilitazione.

Precari, Miur e sindacati firmano intesa. Concorsi, PAS, concorso riservato DSGA. IL TESTO DELL’INTESA

NB: ulteriori informazioni le forniremo quando sarà pubblicato il decreto.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione