Concorso straordinario secondaria, per quali classi di concorso sarà bandito e come si arriverà al ruolo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Concorso straordinario e ordinario saranno banditi per tutte le classi di concorso? Saranno comprese le classi di concorso ad esaurimento? Come saranno distribuiti i posti?

L’art. 1 comma 3 del decreto scuola afferma

“La procedura di cui al comma 1 e’ bandita per le regioni, classi
di concorso e tipologie di posto per le quali si prevede che vi
siano, negli anni scolastici dal 2020/2021 al 2022/2023, posti
vacanti e disponibili ai sensi del comma 4.

Ove occorra per rispettare il limite annuale di cui al comma 4, le immissioni in ruolo dei vincitori possono essere disposte anche successivamente
all’anno scolastico 2022/2023, sino all’esaurimento della graduatoria
dei ventiquattromila vincitori.”

Ad essere importante è dunque il comma 4 dello stesso decreto

“4. Alle immissioni in ruolo di cui al comma 3 e’ annualmente
destinata la quota parte delle facolta’ assunzionali che, per
regione, classe di concorso e tipologia di posto, e’ pari a quella
destinata alle graduatorie ad esaurimento di cui all’articolo 17,
comma 1, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, che residua
dopo le immissioni in ruolo di cui all’articolo 17, comma 2, lettere
a) e b), del medesimo decreto e dopo quelle di cui al comma 17. In
ogni caso i posti annualmente destinati alle immissioni in ruolo a
valere sulle graduatorie formate a seguito della procedura
straordinaria non possono superare quelli destinati, per ciascuna
regione, classe di concorso e tipologia di posto, alle graduatorie
dei concorsi ordinari.”

Ossia, le graduatorie del concorso straordinario secondaria prendono il posto delle GaE esaurite

Nell’a..s 2019/20 sono 8.189 i docenti iscritti nelle gaE della scuola secondaria Molti sono concentrati in un numero ridotto di province e/o sono iscritti in classi di concorso caratterizzate da scarse facoltà assunzionali.

Ne deriva che gran parte dei posti vengono dirottati alle graduatorie dei concorsi 2016 e 2018.

Il decreto scuola prevede invece di utilizzare quei posti non utilizzati per le GaE  per il concorso straordinario, ferma restando la prioritaria destinazione ai concorsi 2016 e 2018 (in cui sono iscritti rispettivamente 2.043  e 5.881 docenti).

In questo modo l’assunzione dei docenti tramite concorso straordinario non comporterà nuovi o maggiori oneri alle finanze pubbliche.

Pertanto le assunzioni saranno al 50% nelle province e classi di concorso in cui le GaE sono esaurite, al di sotto del 50% nelle province in cui le GaE non siano esaurite.

L’abilitazione per i docenti che raggiungono il punteggio di 7/10 alla prova scritta

E tuttavia un dubbio sorge immediatamente. Posto che i posti per il concorso sono 24.000, posto che il concorso straordinario non venga veramente bandito per tutte le classi di concorso, come si concilierebbe questo con l’aspettativa di abilitazione.

Abilitazione ritenuta necessaria anche per lavorare nelle scuole paritarie e che potrebbe riguardare classi di concorso per cui nell’immediato non si verifichino disponibilità di posti.

Preparati al concorso con il corso di Orizzonte Scuola per rientrare nei 24mila posti disponibili

Versione stampabile
soloformazione