Concorso straordinario secondaria, partecipa il docente con tre anni di servizio su sostegno?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Concorso straordinario secondaria: i docenti con tre anni di servizio esclusivamente su sostegno sono in possesso del requisito per accedere alla procedura su posto comune? 

Si tratta di una domanda che probabilmente troverà risposta durante l’incontro previsto al Miur mercoledì 29 gennaio.

Il requisito base di accesso al concorso straordinario secondaria sono i tre anni di servizio, di cui uno specifico per la classe di concorso o posto di sostegno per cui si chiede di concorrere.

Nella fase di elaborazione del testo alla Camera – poi confermato nella stesura definitiva della Legge – è stata aggiunta la seguente parte:

Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione è considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso, fermo restando il requisito dell’anno di servizio specifico.

Pertanto gli anni di servizio svolto su sostegno possono concorrere al raggiungimento dei tre anni necessari per accedere al concorso straordinario secondaria per posto comune.

Preparati al concorso con il corso di Orizzonte Scuola per rientrare nei 24mila posti disponibili

Bisogna però rispettare le seguenti condizioni

  • titolo di studio valido per l’accesso alla classe di concorso richiesta
  • periodo temporale del servizio tra l’a.s. 2008/09 e il 2019/20
  • anno di servizio specifico.

Cosa si intende per “anno di servizio specifico” per chi accede con i tre anni su sostegno.

Si tratta di docenti che nel corso di questi anni hanno svolto supplenze da “graduatorie incrociate”.

Per rispettare il requisito, la supplenza di uno di questi anni dovrebbe essere stata conferita tramite graduatorie incrociate sulla classe di concorso per la quale si chiede di partecipare al concorso.

Nei contratti di supplenza in questo caso è scritto infatti: nomina da classe di concorso X posto sostegno, per indicare la procedura di conferimento da graduatorie incrociate.

Se tale interpretazione fosse corretta, i docenti con tre anni di servizio su sostegno – senza specializzazione –  nel limite temporale indicato  potrebbero partecipare al concorso straordinario per classe di concorso se uno dei servizi è stato svolto su posto di sostegno, con nomina dalla classe di concorso scelta per il concorso.

Per la partecipazione al concorso per posto di sostegno bisogna invece essere in possesso della relativa specializzazione, in aggiunta ai requisiti previsti per il posto comune.

E qui siamo di fronte ad un’altra problematica.

Il docente con specializzazione sostegno, che utilizza tre anni di sostegno come requisito per l’accesso, se fosse valida la prima ipotesi, utilizzerebbe gli stessi requisiti per partecipare al concorso sia per posto comune che sostegno.

Siamo dunque in attesa di chiarimenti.

Versione stampabile