Concorso straordinario secondaria, non può essere una lotteria. Lettera

Stampa
ex

Ill.mo Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione chiedo scusa per il disturbo, ma ritengo di fondamentale importanza intervenire per far rilevare a codesto Ill.mo Consiglio Superiore che nel bando di concorso di cui all’oggetto, la procedura concorsuale è così organizzata: prova scritta, consistente in un test computer based a risposta multipla (80 domande in 80 minuti).

Tale procedura, se dovesse passare, delegittimerebbe tutto il corpo docente e l’intera scuola pubblica. L’istruzione e la preparazione del futuro docente non può essere equiparata ad una lotteria.

Di superenalotto c’è ne uno solo, basta quello per giocare.

Faccio appello, al vostro buonsenso ed alla vostra ben maturata preparazione culturale, affinchè alcune stranezze non vengano approvate e condivise.

La scuola pubblica merita rispetto e va tutelata sempre.

Mi presento a Voi, illustri rappresentanti del Consiglio Superiore; sono Giovanni Oliverio ex docente di Scuola Media di primo grado, ex Vice-Preside, con 42 anni di servizio, adesso in pensione.

Fiducioso di un Vostro intervento risolutivo, colgo l’occasione per porgere distinti saluti

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur