Concorso straordinario secondaria, i 24.000 posti saranno suddivisi tra posto comune e sostegno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Decreto scuola: il concorso straordinario per la scuola secondaria riguarderà sia i posti comuni che il sostegno. Di conseguenza i 24.000 posti  a disposizione di cui si parla in questi giorni dovranno essere suddivisi tra le due procedure. 

I requisiti di accesso

  • titolo di studio valido per l’accesso alla classe di concorso richiesta
  • almeno 3 anni di servizio su posto comune o di sostegno nella scuola statale svolti tra l’a.s. 2011/12 e il 2018/19.
  • il servizio sarà valido solo se svolto nelle scuole secondarie statali, nell’insegnamento di sostegno oppure in una classe di concorso. Un anno di servizio deve essere specifico per la classe richiesta.

Per partecipare alla procedura di sostegno è necessaria la relativa specializzazione + anno di servizio specifico.

Ogni docente può partecipare solo ad una procedura

Ciascun docente può scegliere una regione e solo una procedura (posto comune o sostegno).

Le graduatorie del concorso straordinario saranno ad esaurimento. Annualmente sarà possibile assegnare i posti residui dopo le immissioni del concorso 2018 e in misura comunque corrispondente ai posti destinati al concorso ordinario.

Impossibile al momento determinare quanti potrebbero essere i posti a disposizione per l’a.s. 2020/21. Bisognerà anche capire se i posti a disposizione potranno essere più di 24.000 Precari, Serafini (SNALS): abbiamo chiesto un aumento dei posti a concorso. Apriremo tavoli su diplomati magistrale

Concorso straordinario secondaria sia posti comuni che sostegno: requisiti, prove, assunzioni [ANTEPRIMA Decreto precari]

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione