Concorso straordinario secondaria e abilitazione, restano fuori i dottori di ricerca

WhatsApp
Telegram

Decreto scuola: il testo non prevede la partecipazione dei dottori di ricerca al concorso straordinario a fini abilitanti, in quanto anche quest’ultimo si basa esclusivamente sul servizio. 

La precedente versione del decreto, quella approvata dal Consiglio dei Ministri il 6 agosto scorso con la formula salvo intese, prevedeva l’istituzione di un PAS (percorso abilitante speciale) per i docenti con tre anni di servizio, anche in scuole paritarie e centri di formazione professionali. Ai corsi si prevedeva che potessero accedere anche i dottori di ricerca, indipendentemente dal requisito di servizio.

Il decreto scuola, nella versione licenziata dalle Commissioni Istruzione e Lavoro, non prevedono invece nulla per i dottori di ricerca.

Bocciato infatti l’emendamento dell’on. Fratoianni che prevedeva di ammettere al concorso straordinario, a fini abilitanti, i dottori di ricerca in possesso dei 24 CFU in discipline pedagogiche e metodologie didattiche.

I dottori di ricerca pertanto possono accedere al concorso straordinario se possiedono, in qualità di docenti i requisiti previsti o al concorso ordinario con laurea + 24 CFU.

Decreto scuola: ecco tutti gli emendamenti approvati, da anno in corso a sostegno senza titolo [DOCUMENTO UFFICIALE]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur