Insegnanti di ruolo possono partecipare sia al concorso straordinario che ordinario

Stampa

Gli insegnanti di ruolo potranno partecipare sia al concorso straordinario che ordinario. Con la normativa finora nota, saranno tre le possibilità per acquisire l’abilitazione in altro grado di istruzione o altra classe di concorso. 

Una nostra lettrice chiede

insegnante di ruolo alla scuola primaria e con laurea magistrale in scienze pedagogiche e con 24 cfu potrei partecipare al concorso per la scuola secondaria di secondo grado ordinario o anche straordinario?

La risposta è affermativa, a determinate condizioni

Concorso straordinario secondaria: docenti di ruolo che partecipano solo per l’abilitazione

Il requisito di accesso in questo caso è: tre anni di servizio svolti tra l’a.s. 2008/09 e il 2019/20 in qualsiasi ordine di scuola, anche infanzia e primaria. Non è necessario l’anno di servizio specifico.

I docenti parteciperanno alla prova scritta riservata ai docenti che partecipano solo per l’abilitazione e, se raggiungeranno almeno 7/10, potranno conseguire l’abilitazione.

L’abilitazione servirà per richiedere, presumibilmente a partire dall’a.s. 2021/22 la mobilità professionale: passaggio di ruolo e/o di cattedra.

Non c’è ancora una data per la pubblicazione di questo bando.

Preparati al concorso con il corso di Orizzonte Scuola per rientrare nei 24mila posti disponibili

Concorso straordinario secondaria: docenti di ruolo che partecipano per abilitazione e ruolo

In questo caso i docenti di ruolo possono partecipare con requisito di tre anni di servizio svolti tra l’a.s. 2008/09 e il 2019/20 nella scuola secondaria e  devono possedere l’anno di servizio specifico nella classe di concorso richiesta (ossia, i requisiti richiesti sono analoghi a quelli richiesti ai docenti precari).

I docenti con questi requisiti parteciperanno alla prova scritta con i colleghi precari che partecipano per il ruolo e, se raggiungeranno il punteggio di almeno 7/10, potranno rientrare nei 24.000 posti disponibili per il ruolo, nella regione scelta.

in questo caso, oltre alla possibilità di richiedere la mobilità professionale, i docenti avranno la possibilità di essere assunti in ruolo tramite lo scorrimento delle graduatorie.

Il bando di concorso è atteso nelle prossime settimane, e comunque entro il 30 aprile.

Concorso ordinario: per i docenti di ruolo non servono i 24 CFU

I docenti di ruolo accedono al concorso ordinario secondaria in virtù dell’abilitazione. Pertanto non hanno necessità dei 24 CFU in discipline pedagogiche e metodologie didattiche.

Devono invece essere in possesso di Laurea che consente l’accesso alla classe di concorso richiesta, ossia con gli esami o i CFU richiesti dal Miur per l’accesso all’insegnamento.

N.B. Anche i docenti di ruolo, come i colleghi precari, possono partecipare – se in possesso dei requisiti – sia al concorso straordinario che ordinario, per la stessa o diversa classe di concorso, anche in regioni diverse.

Concorso straordinario secondaria: requisiti di accesso, quesiti risposta multipla prova scritta, abilitazione [AGGIORNATO]

Eventuali consulenze possono essere richieste a [email protected]

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile