Concorso straordinario secondaria, assurdo escludere docenti con servizio solo su sostegno. Lettera


item-thumbnail

inviata da Andrea Bellelli, insegnante di sostegno – Trovo assurdo che la Ministra Azzolina si sia opposta alla richiesta dei sindacati di ammettere al concorso straordinario anche quei docenti che hanno maturato 3 anni di servizio su sostegno senza specializzazione perché è ingiusto non consentire loro di poter partecipare al concorso straordinario per la classe di concorso da cui sono stati chiamati avendone titolo.

Non ammettendoli si violerebbe la richiesta europea di consentire a tutti coloro che hanno prestato servizio per almeno tre anni nella scuola pubblica di stabilizzarsi. Peraltro non esiste una classe di concorso sul sostegno e chi viene convocato per questo incarico viene agganciato alla propria classe d’insegnamento.
Ammettere al concorso solo coloro che hanno almeno un anno prestato in cattedra significa discriminare tra insegnanti di serie A (quelli curricolari) e di serie B (quelli di sostegno), differenza rimarcata anche per il concorso ordinario, dove stando alla bozza, non viene valutato il servizio svolto sul sostegno nella procedura concorsuale nella classe di concorso.
Ancora più assurdo è non consentire a questi ultimi neppure di concorrere per il sostegno o quantomeno per l’abilitazione.
Insomma, è necessario che la famosa inclusione su cui si insiste tanto avvenga anche tra gli insegnanti.
Spero sinceramente che la Ministra Azzolina riconsideri le sue posizioni.
Versione stampabile
soloformazione