Concorso straordinario secondaria aperto anche a chi consegue terza annualità nell’a.s. 2019/20. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Prof. Valentino Di Carlo – Nel riscontro dell’ufficialità comunicata dallo stesso Ministro dell’istruzione dell’imminente uscita del bando di un concorso straordinario per i precari della scuola con più di 36 mesi di servizio, ovvero 180 giorni per ogni anno scolastico, è necessario sottolineare una criticità sostanziale che riguarda un numero cospicuo di docenti.

Il bando, di cui non si conoscono ancora i contenuti effettivi, farebbe riferimento a 36 mesi di servizio nell’arco di otto anni nella scuola pubblica, così facendo quindi si andrebbero a tutelare giustamente quelle condizioni pregresse già più volte sollecitate dalle normative europee in termini di assunzione del personale.

Il Ministro sottolinea altresì che sarà in programma contestualmente ma con altre modalità un concorso ordinario per neo laureati che tra i requisiti devono possedere i 24 Cfu  riferibili alle metodologie didattiche.

Ora, tra la garanzia di un percorso di inclusione dei precari e coloro che hanno appena ottenuto il titolo di laurea esistono unità consistenti di docenti che in questo anno scolastico hanno già firmato il contratto al 30 giugno 2020 o al 31 agosto 2020, e quindi la certezza di conseguire la terza annualità, ma probabilmente solo qualche mese più tardi dell’uscita del bando.

Dato che questa situazione porterebbe a una condizione di limbo coloro i quali dal 1 luglio 2020 si troverebbero già in uno status di precariato oltre i 36 mesi, si chiede al Ministro Fioramonti di attenzionare la problematica sotto l’aspetto socio-politico, in quanto ci sono i presupposti per la creazione di nuovi eventuali esodati, e sia da un punto di vista giuridico, in quanto potrebbero aprirsi riflessioni in merito al fatto che il contratto essendo stato firmato prima dell’uscita del bando e con una data di conclusione certa, potrebbe prestarsi a una deroga.

In sostanza nella riflessione posta al Ministro si auspica che possa essere concessa, previo conseguimento dei 24 cfu in materie antro-psico-pedagogiche, la possibilità di partecipare al concorso straordinario anche a coloro che con un contratto al 30 giugno 2020 ovvero al 31 agosto 2020 raggiungano i 36 mesi di servizio, con il riscontro oggettivo di portare a termine l’annualita, pena l’eventuale esclusione dal concorso e se già espletato, dalla graduatoria.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione