Concorso straordinario secondaria, alcuni docenti potranno partecipare due volte

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il concorso straordinario scuola, previsto dal Decreto n. 126 convertito nella Legge 159 del 20 dicembre 2019, sarà espletato con due bandi.

Ci saranno due bandi del concorso straordinario secondaria

Un bando sarà la “Procedura straordinaria per titoli ed esami per l’immissione in ruolo” riservato ai docenti che potranno vantare i requisiti richiesti dal concorso, purché svolti nella scuola secondaria statale.

Il secondo bando prevederà la procedura straordinaria per i docenti che in base alla legge partecipano solo a fini abilitanti: docenti con servizio misto, docenti con servizio nelle scuole paritarie o IeFP, docenti di ruolo con servizio in altro ordine o senza servizio specifico.

Il primo bando, quello sul quale si sono già confrontati Ministero e sindacati, è atteso entro fine febbraio.

Per il secondo invece non ci sono ancora date.

Preparati al concorso con il corso di Orizzonte Scuola per rientrare nei 24mila posti disponibili

Docenti con requisiti possono partecipare ad entrambe le procedure

Alla richiesta sindacale “Chiarire se potranno partecipare, oltre ai docenti con servizio nelle paritarie, IFP e ingabbiati anche coloro che hanno partecipato alle procedura straordinaria per la stabilizzazione”

la risposta del Ministero è stata affermativa “Potranno partecipare anche i docenti che hanno fatto lo straordinario per l’assunzione

Pertanto per i docenti con tre anni di servizio nel limite temporale e con le modalità indicate dal decreto, con servizio svolto nella secondaria statale, potranno partecipare sia alla procedura per il ruolo (+ abilitazione), sia a quella successiva a fini solo abilitanti.

Si presuppone che la partecipazione sia limitata a due casi:

  • la partecipazione alla prima procedura abbia avuto esito negativo
  • si sia in  possesso di altri requisiti per una abilitazione diversa rispetto a quella richiesta con la procedura per il ruolo

Concorso solo a fini abilitanti avviato per tutte le classi di concorso

E’ stato inoltre chiarito che mentre nel bando per il ruolo i posti saranno individuati esclusivamente per classi di concorso con posti vacanti, la procedura a fini abilitanti sarà avviata a prescindere dalla disponibilità dei posti.

Si tratta pertanto di una procedura che consentirà a tutti coloro che supereranno la prova scritta con almeno 7/10 e la successiva prova orale, di conseguire l’abilitazione.

I requisiti di accesso

Versione stampabile