Concorso straordinario secondaria: 24.000 i posti, 55.000 i potenziali partecipanti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’intesa Miur – sindacati ha dato avvio ad un nuovo concorso straordinario per la secondaria di I e II grado. A chi è rivolto e come si strutturerà. 

La procedura del concorso straordinario finalizzata alla stabilizzazione prevede:

  • l’accesso ai docenti con tre annualità di servizio nella scuola statale maturate negli ultimi 8 anni
  • il requisito di avere svolto almeno 1 anno di servizio nella classe di concorso specifica per la quale si concorre
  • la valorizzazione del servizio prestato
  • una prova scritta computer based
  • una prova orale non selettiva.

La procedura conferirà a tutti i vincitori l’abilitazione.

La platea degli interessati

E’ già stata comunicata a livello generale dal Miur: sarebbero circa 55.000 i docenti che ad oggi hanno raggiunto le tre annualità di servizio nella scuola statale negli ultimi otto anni (180×3 o servizio ininterrotto almeno dal 1° febbraio fino al termine degli scrutini).

I posti  a disposizione

Miur e sindacati hanno concordato di scorporare dal contingente autorizzato dal MEF per il concorso ordinario, il 50% dei posti  e riservarli a questo nuovo concorso straordinario.

Ai docenti con tre anni di servizio nella scuola statale saranno dunque riservati poco più di 24.000 posti. Al momento non è stata diffusa la distribuzione per classe di concorso e regione.

Dunque, a conti fatti, poco più di un posto per due partecipanti.

La prova del concorso sarà selettiva ma a pesare in maniera determinante sarà il servizio, ossia il numero di anni di insegnamento.

Raggiunto l’accordo con il Ministero Bussetti su PAS e fase transitoria

Versione stampabile
anief banner
soloformazione