Concorso straordinario secondaria 2020, chi non lo ha superato potrà partecipare a quello ordinario?

Stampa

Concorso straordinario scuola secondaria 2020, chi non lo ha superato potrà partecipare alla successiva procedura concorsuale ordinaria? Rispondiamo a tale quesito posto in redazione da diversi nostri lettori.

Concorso ordinario: novità Decreto sostegni-bis

Modifica procedure

Il Decreto n. 73/2021 (il cosiddetto Decreto sostegni-bis) interviene sui concorsi ordinari già banditi (per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria), affinché le procedure concorsuali si svolgano con frequenza annuale. Il predetto intervento ha puntato ad uno snellimento delle medesime procedure che si articoleranno:

  • in una sola prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese;
  • una prova orale;
  • nella valutazione dei titoli;
  • nella formulazione della graduatoria di merito in base ai punteggi conseguiti nella prova scritta, nella prova orale e nella valutazione dei titoli.

I cambiamenti succitati saranno apportati modificando i bandi di concorso già pubblicati, senza che ciò comporti la riapertura dei termini per la presentazione delle istanze o la modifica dei requisiti di partecipazione.

In sostanza:

  • sarà modificata l’articolazione delle procedure concorsuali;
  • potranno partecipare solo ed esclusivamente i canditati che hanno presentato istanza di partecipazione entro il 31 luglio 2020 (data questa fissata dal DD 499/2020 per la scuola secondaria di primo e secondo grado e dal DD 498/2020 per la scuola dell’infanzia e primaria).

Partecipazione a successive procedure concorsuali per la stessa classe di concorso/posto

Un’altra modifica sostanziale, apportata dal Decreto sostegni-bis, riguarda la possibilità di partecipazione a successive procedure concorsuali per la stessa classe di concorso/tipologia di posto, in caso di mancato superamento delle prove concorsuali.

Così leggiamo nell’articolo 59, comma 13, del Decreto 73/2021:

I candidati che partecipano ad una procedura concorsuale e non superano le relative prove non possono presentare domanda di partecipazione alla procedura concorsuale successiva per la medesima classe di concorso o tipologia di posto per la quale non hanno superato le prove.

I partecipanti ad una procedura concorsuale, che non superano le prove della medesima, dunque, non potranno partecipare al concorso successivo per la stessa classe di concorso/posto, relativamente alla quale non sono riusciti a superare le prove. 

Una deroga a quanto detto sopra è prevista soltanto per coloro i quali parteciperanno al concorso straordinario per le discipline STEM, come riferito in “Concorso STEM per 6.129 posti: chi non lo supera può partecipare al concorso successivo, saranno riaperte le iscrizioni”

E i docenti partecipanti al concorso straordinario 2020 che non hanno superato le prove? Potranno partecipare alla procedura ordinaria? 

Concorso straordinario 2020

Ricordiamo che gli Uffici Scolastici Regionali stanno pubblicando le graduatorie di merito del concorso straordinario 2020, i cui vincitori saranno assunti già dall’a.s. 2021/22 e alcuni di essi avranno la retrodatazione giuridica al 1° settembre 2020.

Le graduatorie, come riferito, vanno integrate con gli idonei, ossia con coloro i quali  hanno superato la prova scritta con almeno 56/80, il punteggio minimo previsto. Tale novità è stata introdotta dall’articolo 59, comma 3, del Decreto 73/2021.

Considerato che il concorso è in via di svolgimento e concluso per diverse classi di concorso in diverse Regioni, possiamo affermare, rispondendo al succitato quesito, che i docenti che non hanno superato tale procedura concorsuale possono partecipare alla successiva procedura ordinaria per la medesima classe di concorso. A supporto di quanto detto, inoltre, evidenziamo che la previsione del sopra riportato comma 13 è relativa alle procedure concorsuali ordinarie che saranno modificate, come previsto dal Decreto e non a quelle già in corso di svolgimento e in parte concluse.

L’unica condizione, affinché i succitati docenti (partecipanti al concorso straordinario 2020 che non hanno superato le prove) possano partecipare alla procedura ordinaria modificata, è che gli stessi si siano scritti alla medesima entro il 31 luglio 2020, in quanto, come detto sopra, non sono previste nuove iscrizioni.

Decreto legge n. 73 del 25 maggio 2021 (Decreto sostegni-bis)

Immissioni in ruolo e concorsi 2021: chi partecipa, chi è escluso, i requisiti. Decreto sostegni bis [LO SPECIALE]

NB: il Decreto sostegni-bis, pubblicato in GU, seguirà adesso l’iter parlamentare per la conversione in legge, per cui potrà essere soggetto a delle modifiche.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata