Concorso straordinario, Sasso (Lega): “Una pioggia di ricorsi in arrivo, la scuola, come sempre, sarà bloccata”

Stampa

“Sempre più classi in quarantena a causa del Covid-19, ed ovviamente sempre più insegnanti in quarantena. A questi lavoratori, il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina ed il Presidente del Consiglio Conte, non vogliono concedere la possibilità di sostenere il concorso straordinario, previsto per fine ottobre”.

Così in una nota il deputato della Lega, Rossano Sasso, membro della commissione cultura della Camera dei Deputati.

“A questo punto questo concorso, già di per sé inutile ed inopportuno, avrebbe un ulteriore elemento ostativo.
Negare infatti la possibilità di poter concorrere anche ad un solo lavoratore, anche in “differita” rispetto agli altri, andrebbe ad inficiare la regolarità del concorso e le pari condizioni per tutti gli aventi diritto, provocando la perdita della “chance favorevole”, poiché questo concorso è l’ultima spiaggia per gli insegnanti precari.
Non solo: la graduatoria risulterebbe falsata. Una pioggia di ricorsi cadrà su questo concorso, la scuola come sempre sarà bloccata e chi ne pagherà le conseguenze sarà la comunità scolastica tutta. La Lega propone subito un concorso per titoli e servizio, in modo da superare l’emergenza, successivamente un percorso abilitante speciale con selezione finale e infine un concorso ordinario aperto a tutti. Ma possibilmente non in piena epidemia”.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì