Concorso straordinario, Sasso (Lega): precari illusi e traditi

di redazione

item-thumbnail

“Polpetta avvelenata di Conte a Pd e LeU durante la trattativa sul concorso straordinario della scuola. E loro ci sono cascati. Tutto rimandato a dopo l’estate.

Al posto del quiz a crocette ci sarà una prova ancora più difficile. A settembre nessuna stabilizzazione e precari da sfruttare ancora per un anno.
Azzolina soddisfatta, Pd e Leu complici, 200mila precari ancora una volta presi in giro. E Conte se la ride.
Dopo settimane in cui PD, Leu e M5S se le son dette di tutti i colori, è bastata qualche ora dopo cena per trovare una mediazione, usando come al solito i precari come merce di scambio e chissà in cambio di quale contropartita.
La Lega non cambia idea: prevedere un concorso per titoli e servizio, garantire l’aggiornamento ed i nuovi inserimenti delle graduatorie di Istituto ed attuare un maxi-piano triennale di stabilizzazione di tutti i precari”.
Così il deputato della Lega Rossano Sasso, membro della commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera.
Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione