Concorso straordinario, Sasso (Lega): “Come volevasi dimostrare, il Tar certifica ennesima figuraccia della ministra”

Stampa

Il Tar del Lazio, con l’ordinanza pubblicata lo scorso 20 novembre, dà parere favorevole alle prove suppletive per i malati Covid per il concorso straordinario.

In una nota il deputato della Lega, Rossano Sasso, va all’attacco: “Come volevasi dimostrare. Le follie della Azzolina vengono passo dopo passo smontate. Sono stato facile profeta, quando ho previsto qualche settimana fa quello che è successo oggi. Durante un intervento in Aula dissi in faccia al Ministro Azzolina che lei stava ledendo i diritti dei lavoratori, negando loro la possibilità di poter partecipare al concorso, in quanto bloccati dalla quarantena”.

E ancora: “È impensabile che in uno Stato di diritto un lavoratore venga discriminato in tal misura ed impunemente, ed infatti la magistratura ha punito il Ministero come avevo previsto. L’ ennesima figuraccia, l’ennesima mancanza di ascolto, di logica, di buon senso della Azzolina”.

Concorso straordinario, il Tar del Lazio boccia Azzolina: “Sì alle prove per i malati Covid”. ORDINANZA [PDF]

Stampa

Tfa sostegno VI ciclo: cosa studiare? Parliamone con gli esperti il 29 luglio