Concorso straordinario, perché non far partecipare docenti con 3 anni solo su sostegno? Lettera

Stampa
ex

Inviato da Valentino Devanna – Buongiorno, Mi chiamo Valentino Devanna e svolgo con passione la mia professione di docente da 3 anni e mezzo…

Ebbene si… 3 anni e mezzo, quelli che sarebbero utili per poter partecipare al concorso straordinario, ma non lo sono per chi ha lavorato sempre e solo sul sostegno e su questo non ha una specializzazione.

Amo il mio lavoro e ogni volto che ho incontrato nelle 3 diverse scuole in cui ho insegnato (dirigenti, colleghi, collaboratori, ATA) mi ha sempre manifestato gratitudine e riconoscenza per un lavoro svolto con professionalità e passione al contempo. Ogni alunno che ho incontrato ha apprezzato il mio lavoro e ogni hanno ho ricevuto l’amara delusione di non poter continuare ad insegnare a quel medesimo alunno.

Sono laureato dal Settembre 2014 e da quel momento non c’è stato nessun percorso abilitante o similare a causa dei vari avvicendamenti politici italiani. Ho acquisito subito i fantomatici 24 cfu nella speranza che presto le cose sarebbero cambiate, ma invano.

Mi chiedo perché non mi deve essere data la possibilità di partecipare ad un concorso straordinario… Inoltre vorrei porre un dubbio su una questione. Visto che per noi precari settembre è sempre un punto interrogativo per la destinazione e visto che settembre 2020 è un punto interrogativo per quanto concerne la didattica, perché la ministra non prevede di prolungare i contratti in essere fino alla fine del prossimo anno scolastico? Per noi precari non sarebbe facile iniziare una DAD in una scuola in cui non si conosce nessuno (alunni compresi) e in cui non si hanno riferimenti.
Cordiali saluti

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata