Concorso straordinario per l’abilitazione, Pascarella (Flc Cgil): “Sarebbe opportuno rimborsare i 15 euro di tassa di partecipazione” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Concorso straordinario per l’abilitazione: indetto nel 2020, è stato sempre rinviato fino a diventare tutt’altro nel decreto di formazione e reclutamento legato al PNNR, che prevede un corso di abilitazione da 30 CFU, di cui però manca ancora il decreto di attivazione.

Durante la puntata di Question Time, sull’argomento interviene Manuela Pascarella, rappresentante della segreteria nazionale della Flc Cgil: “Il grande scandalo riguarda il concorso abilitante, una questione che mi avete sollevato molte volte da oltre un anno. Purtroppo, molte persone hanno pagato la tassa di iscrizione di 10 euro per partecipare al concorso, il quale, va ricordato, è stato anche molto contestato al tempo”.

“Tuttavia, da allora non sono state fornite informazioni riguardo allo svolgimento di tale procedura. Nonostante le nostre continue richieste, il ministero non riesce a fornirci aggiornamenti, il che ci porta a dedurre che forse non esista la volontà politica di portare avanti il concorso. Probabilmente, sarebbe più onesto ammettere tale situazione e rimborsare almeno la tassa di partecipazione alle persone coinvolte”.

Il concorso straordinario abilitante, previsto dal DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019, è stato bandito con DD n. 497/2020 e successivamente integrato con DD n. 748/2020. Gli aspiranti, in possesso dei previsti requisiti, hanno presentato le relative domande di partecipazione entro il 15 giugno 2020, pagando anche il previsto contributo di segreteria di 15 euro.

Nel frattempo però da un lato sono stati svolti concorsi ai quali gli stessi aspiranti al concorso straordinario per l’abilitazione hanno partecipato, dall’altro normative successive ne hanno modificato l’impianto, fino ad arrivare al DL 36/2022 trasformato nella legge 79/2022 del 19 giugno 2022, che introduce il percorso di abilitazione da 30 CFU potrebbe diventare migliorativo rispetto al percorso delineato dal concorso 2020.

Va anche detto che i docenti, in possesso di uno dei requisiti previsti per il nuovo concorso annunciato dal Ministro in attuazione del PNRR, potranno parteciparvi.

E tuttavia rimane il discorso legato al pagamento e il fatto che neanche il percorso da 30 CFU, i cui particolari avrebbero dovuto essere pubblicati dal Ministero Bianchi entro il 31 luglio 2022, sono stati ancora attivati.

39:12 Cosa dobbiamo fare con il concorso abilitante?

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti: pubblicati i bandi dei 30 e 60 cfu, scadenza 5 giugno, affidati ad EUROSOFIA E.C.P. Pegaso