Concorso straordinario per il ruolo: prova scritta a risposta aperta, ci sarà nuova data presentazione domanda. 32.000 posti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Appena approvato in via definitiva il Decreto scuola contenente svariati interventi sulla scuola pubblica: dall’esame ai precari, dagli scrutini all’avvio del nuovo anno scolastico.

Tra i provvedimenti inseriti da emendamenti c’è quello della riformulazione del concorso per i precari.

Il bando di concorso, già pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 aprile 2020 sarà modificato tenendo conto delle novità introdotte in Senato.

Cosa cambia

La prova del concorso straordinario secondaria per il ruolo prevede adesso una prova scritta da superare con il punteggio minimo di sette decimi o equivalente.

La prova sarà computerizzata.

Il programma di esame rimane quello previsto dal bando, distinto per classe di concorso e tipologia di posto.

La prova sarà articolata in quesiti a risposta aperta

Per i posti comuni  i quesiti riguarderanno:

  • valutazione delle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche,
  • capacità di comprensione del testo in lingua inglese.

Per i posti di sostegno:

  • metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità
  • valutazione delle conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità
  • comprensione del testo in lingua inglese.

Nel corso della prova, inoltre, saranno accertate le conoscenze informatiche del candidato.

Prova nella propria regione

La prova sarà svolta nel corso dell’anno scolastico 2020/21.

Si svolgerà  – afferma il Ministro – appena le condizioni epidemiologiche lo consentiranno.

Qualora le condizioni generali epidemiologiche lo suggeriscano, lo svolgimento della prova scritta sarà possibile in una regione diversa rispetto a quella corrispondente al posto per il quale il candidato ha presentato la propria domanda

Il numero dei posti: da 24.000 a 32.000

Grazie ad uno specifico stanziamento nel Decreto Rilancio, i posti del concorso straordinario per il ruolo passano da 24.000 a 32.000. La bozza della nuova distribuzione

Retrodatazione giuridica della nomina al 1° settembre

Ai vincitori di concorso immessi in ruolo nel 2021/2022 che rientrano nella quota di posti destinati all’anno scolastico 2020/2021 sarà riconosciuta la decorrenza giuridica del contratto, anche ai fini dell’anzianità, dal 1° settembre 2020.

La data per la presentazione della domanda 

Inizialmente prevista per il 28 maggio, al momento i termini sono stati sospesi. 

Cosa non cambia

Requisiti

  • Posti comuni 

Possono accedere al concorso straordinario per il ruolo scuola secondaria di primo e secondo grado, gli aspiranti in possesso dei requisiti di seguito riportati (possesso congiunto):

– tre annualità di servizio nelle scuole secondarie statali anche non consecutive svolte tra l’a.s. 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20 su posto comune o di sostegno Come si calcola una annualità di servizio

– un anno deve essere stato svolto per la classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre Cosa vuol dire annualità di servizio specifico

– possesso del titolo di studio valido per l’accesso alla classe di concorso richiesta (laurea con eventuali CFU per la classe di concorso ovvero abilitazione o idoneità concorsuale nella specifica classe di concorso)

Esclusi i docenti con tre anni di servizio svolto solo su sostegno

vale anche il servizio svolto da MAD e persino senza titolo

  • Posti di insegnante tecnico-pratico (ITP)

Il requisito richiesto, sino al 2024/25, è il diploma di accesso alla classe di concorso della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

  • Posti di sostegno

I requisiti già indicati per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP più il titolo di specializzazione su sostegno. Leggi tutto

I partecipanti al TFA IV ciclo possono accedere alla procedure per il sostegno anche con riserva

N.B. Laurea triennale non è requisito di accesso

Docente con requisiti può partecipare sia al concorso straordinario per il ruolo che alla procedura per l’abilitazione. Doppia abilitazione

Procedure partecipazione e regione

Gli aspiranti potranno partecipare al massimo alle seguenti procedure:

  1. sostegno primo grado
  2. sostegno secondo grado
  3. una sola classe di concorso

Per le suddette procedure si può partecipare in una sola Regione.

In definitiva, una sola Regione per massimo tre procedure (sostegno I grado, sostegno II grado e una classe di concorso.

N.B. Si sceglie la regione, la provincia sarà assegnata per il ruolo Leggi tutto

Possono partecipare anche i docenti di ruolo, se in possesso dei requisiti previsti. Tutti i requisiti dei docenti di ruolo

Le FAQ sui requisiti di accesso

Come si presenta la domanda

Servono SPID o utenza di Istanze online – GUIDA

Le domande sono state momentaneamente sospese.

Titoli valutabili

Al momento la tabella prevede 1 punto per ogni anno di servizio,specifico. Leggi tutto

Quanto vale dottorato di ricerca o altra laurea. Leggi tutto

Per la laurea max 5 punti Leggi tutto

Non sappiamo se potranno esserci modifiche per assegnare più valore a titoli e servizio rispetto alla prova.

Versione stampabile
Argomenti: