Concorso straordinario per facenti funzione DSGA, è il prossimo impegno della deputata Villani (M5S)

Stampa

Concorso DSGA: emendamento Villani (M5S) è stato definitivamente approvato in Legge di Bilancio 2021. Tutti coloro che hanno superato il concorso diventano idonei e potranno accedere al ruolo. Viene eliminata la soglia del 50%. Nel frattempo la deputata promette impegno per un Concorso straordinario per facenti funzione DSGA. 

“E’ stata una lunga notte ma ce l’abbiamo fatta: dopo numerosi confronti, interlocuzioni e verifiche tecniche siamo riusciti a recuperare il mio emendamento che riconosce l’idoneità a chi ha superato il concorso per DSGA (Direttori dei servizi generali e amministrativi) ma non poteva fino ad ora accedere al ruolo, a causa di una soglia di sbarramento fissata al 50%. Abbiamo avuto un “no” all’ultimo minuto: la Ragioneria Generale dello Stato aveva richiesto di stralciare la norma dalla Legge di Bilancio, ma abbiamo saputo dimostrare la solidità finanziaria e tecnica della proposta e a reintrodurla nel testo di legge. Il Governo Conte ha dimostrato ancora una volta la sua vicinanza al mondo della scuola. E’ un risultato molto importante di cui siamo particolarmente orgogliosi: del resto, anche il concorso per DSGA è stata una conquista del MoVimento 5 Stelle, non essendosi mai svolto in passato. Ora il mio impegno continua per i DSGA facenti funzione che hanno dato il loro prezioso contributo al funzionamento della scuola prima che venisse bandito il concorso 2018: a loro va la nostra gratitudine e la promessa del mio impegno per indire un Concorso Straordinario, come già previsto dalla Legge 159/2019, all’art. 2 comma 6, che ne valorizzi merito e professionalità : dichiara la Deputata Virginia Villani.

“Dopo l’approvazione dell’emendamento non ci saranno limiti. Con tenacia e determinazione, possiamo dire di aver eliminato questa ingiustizia, garantendo la meritocrazia e un’iniezione di personale qualificato nelle scuole, con competenze riconosciute tramite concorso pubblico. In questo momento di grave crisi , causata da un’emergenza epidemiologica ancora in corso, un numero considerevole di istituzioni scolastiche risultava ancora essere privo di una figura apicale, quella del Dsga, fondamentale per il corretto funzionamento delle scuole. Siamo orgogliosi di aver risolto questa importante problematica nell’interesse del mondo della scuola” spiega Villani prima firmataria dell’emendamento, sostenuto anche dai deputati M5S della commissione Bilancio Teresa Manzo e Giuseppe Buompane.

Cosa prevede il Decreto Scuola trasformato nella Legge n, 159 del 20 dicembre 2019

” L’articolo 22, comma 15, del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, si applica anche alla progressione all’area dei direttori dei servizi generali e amministrativi del personale assistente
amministrativo di ruolo che abbia svolto a tempo pieno le funzioni dell’area di destinazione per almeno tre interi anni scolastici a decorrere (( dall’anno scolastico 2011/2012 )). Le graduatorie
risultanti dalla procedura di cui al primo periodo, sono utilizzate in subordine a quelle del concorso di cui all’articolo 1, comma 605, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (( , nelle quali la percentuale di idonei e’ elevata al 30 per cento dei posti messi a concorso per la singola regione, con arrotondamento all’unita’ superiore )).”

Quindi il requisito previsto finora dalla Legge per la partecipazione al concorso è di tre anni di servizio a partire dal 2011/12, con graduatorie subordinate a quelle del concorso ordinario dal quale, come detto, è stato abbattuta la soglia degli idonei (prima era 30, poi portata a 50, adesso tutti coloro che hanno superato il concorso diventano idonei).

Le graduatorie di merito

Legge di Bilancio 2021: tutte le misure per la scuola

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur