Concorso straordinario, TAR Lazio: sì alle prove suppletive per chi non ha potuto partecipare

Stampa

Il Tar del Lazio si è espresso sulle prove suppletive del concorso straordinario scuola secondaria ed ha riconosciuto il diritto dei candidati impossibilitati a partecipare alle prove secondo calendario, di poter svolgere delle prove suppletive.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis), accoglie l’istanza cautelare e dispone l’effettuazione di prove suppletive nei termini che l’Amministrazione indicherà ai ricorrenti.

Adesso la decisione del TAR Lazio verrà notificata al Ministero affinché provveda ad assumere tutti i provvedimenti necessari per ottemperare alla decisione del giudice.

L’ORDINANZA DEL TAR LAZIO

In precedenza, ricordiamo, anche il Consiglio di stato si era espresso in questi termini: chi non ha potuto partecipare al concorso straordinario a causa del covid, deve poter svolgere le prove suppletive.

Concorso straordinario: sì alle prove suppletive, Consiglio di Stato conferma. Rigettato appello del Ministero

 

Per quanto riguarda il concorso straordinario scuola secondaria, ricordiamo che era partito ad ottobre scorso e bloccato a novembre a causa della pandemia. E’ stato sbloccato proprio pochi giorni fa dall’ultimo Dpcm: “È possibile lo svolgimento in presenza delle prove concorsuali selettive, con un numero di candidati non superiore a 30 per ciascuna sessione o sede di prova”, recita il Dpcm del 14 gennaio.

Gli ultimi 4 giorni di prove, si svolgeranno fra il 15 e il 19 di febbraio, con una media di 10 candidati per aula, dunque nei limiti previsti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 14 gennaio 2021.

Stampa

Corso per il concorso ordinario materie scientifiche STEM. Con breve guida per affrontare test lingua inglese e simulatore prova scritta per tutte le classi di concorso. Sconto libri EDISES