Concorso straordinario, l’appello di Granato (M5S): “Basta polemiche, parole come quelle di Orfini sono intollerabili”

Stampa

“Alla vigilia del concorso straordinario  per i precari della scuola, sento il dovere, in qualità di capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione Istruzione al Senato, di  rivolgere un appello a diversi esponenti della maggioranza, affinché  cessino le polemiche su questo fronte”.

Così in una nota la capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione Istruzione al Senato, Bianca Laura Granato.

“Da domani e fino al termine delle prove saranno giorni importanti per la scuola e per il Paese, in un momento così complicato per tutti.  Come ed anche di più che in altri concorsi le cui prove si sono svolte nelle ultime settimane, le misure di sicurezza saranno rigidissime.  Che la Lega e la destra utilizzino la scuola per fare polemiche  strumentali e a fini elettorali è normale, tipico direi per quelle  forze e in generale per quella cultura politica”.

“Ma che si continui a fare polemiche da dentro la maggioranza, come ha fatto oggi il deputato Orfini del Partito Democratico ad esempio, non  è più tollerabile. Si lavori e si collabori per il bene della scuola e del sacrosanto principio di accesso ai ruoli pubblici tramite prove  che premino i più meritevoli – conclude – anziché fare esternazioni  assurde e inutili, buone solo a dar manforte agli attacchi di Salvini  e della destra”.

L’ex presidente del Partito Democratico, Matteo Orfini, attuale deputato dem, in un post su Facebook si scagliava ancora contro il concorso straordinario: “Il ministro della salute giustamente chiede di limitare gli spostamenti e di stare il più possibile a casa. Alcune regioni e diversi comuni preparano il coprifuoco serale e individuano zone da interdire. Però a più di 60.000 insegnanti precari è chiesto di spostarsi, spesso anche di regione, per svolgere un concorso che avrà effetti concreti tra un anno. Un rischio assurdo e inutile. Per loro e per tutti i cittadini. Lo chiedo per l’ennesima volta al presidente Conte e anche al mio partito: rinviamo il concorso. Non ha alcun senso farlo ora”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia