Concorso infanzia e primaria, quanti punti a diploma magistrale e quanti a SFP

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Il concorso straordinario per la scuola dell’infanzia e primaria, riservato ai diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e ai laureati in SFP con due annualità di servizio specifico negli ultimi otto nella scuola statale, è ormai ai nastri partenza. Dopo la pubblicazione del decreto, si attende soltanto il bando.

Concorso docenti straordinario infanzia e primaria, pubblicato decreto in Gazzetta. Tutte le info

Vediamo in questa scheda il punteggio che la tabella di valutazione dei titoli, allegata al di decreto, attribuisce al titolo d’accesso per i posti comuni e di sostegno e secondo quali modalità.

Posti comuni

Valutazione 

Il punteggio dell’abilitazione, ossia del diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 o della laurea in SFP (o anche titoli acquisiti al’estero e riconosciuti in Italia dal Miur), qualora non lo sia, deve essere rapportato a 100, quindi deve essere espresso in centesimi, arrotondando al voto superiore eventuali frazioni di voto pari o superiori a 0,5.

Nel caso in cui non sia indicato il punteggio o il giudizio finale non sia quantificabile in termine numerici, si attribuisce un punteggio pari  a 1,56 punti.

E’ previsto un punteggio aggiuntivo per l’abilitazione conseguita tramite la laurea in SFP.

Attribuzione punteggio

Se il voto dell’abilitazione (del diploma o della laurea) è minore o uguale a 75 punti, il punteggio da attribuire è pari a 0 punti.

Se il voto dell’abilitazione è maggiore  a 75 punti, il punteggio da attribuire si calcola eseguendo la seguente operazione:

 ossia: il punteggio dell’abilitazione (P) – 75/5=  … punti (arrotondati al secondo decimale dopo la virgola).

Esempio di un candidato che ha conseguito 100/100 come punteggio per l’abilitazione specifica: 100-75/5= 25/5= 5

oppure che abbia conseguito 80/100= 80-75/5= 5/5= 1

Il punteggio massimo attribuibile all’abilitazione è 5 punti.

Punteggio aggiuntivo

La tabella, come suddetto, prevede un punteggio aggiuntivo per l’abilitazione conseguita tramite la laurea in SFP. 

Il punteggio aggiuntivo è pari a 5 punti. 

Nel caso di abilitazioni conseguite per infanzia e primaria con un unico percorso, il punteggio va attribuito a ciascuna delle relative procedure concorsuali, se si partecipa per entrambe.

Abilitazione: diplomati e laureati

Secondo la tabella di valutazione dei titoli dunque:

  • i diplomati magistrale possono ottenere per l’abilitazione un punteggio massimo di 5 punti;
  • i laureati in scienze della formazione primaria un punteggio massimo di 10 punti, ossia il risultato del voto della laurea (max 5 punti) più 5 punti per la natura selettiva del percorso.

Sostegno

La valutazione del titolo d’accesso, ossia il diploma di specializzazione su sostegno per lo specifico grado di istruzione  o titolo acquisito all’estero e riconosciuto dal Miur, avviene secondo i criteri sopra riportati ed eseguendo la sopra illustrata operazione ossia: il punteggio della specializzazione (P) – 75/5=  … punti (arrotondati al secondo decimale dopo la virgola).

Anche il voto del diploma di specializzazione, ai fini della valutazione, deve essere rapportato a cento, qualora non lo sia. Inoltre, nel caso in cui il punteggio non sia indicato o non sia quantificabile,  si attribuisce un punteggio pari  a 1,56 punti.

Sono previsti, anche in questo caso, 5 punti aggiuntivi, se la specializzazione è stata conseguita tramite procedure selettive pubbliche per titoli ed esami (anche conseguita all’estero e riconosciuta in Italia dal Miur).

Nel caso di specializzazione per più ambiti disciplinari di sostegno, conseguita tramite un unico percorso, il succitato punteggio aggiuntivo è attribuito a ciascuna delle relative procedure concorsuali.

 Decreto

Programmi da studiare

Griglie valutazione

Tabella titoli

Versione stampabile
anief
soloformazione