Concorso straordinario infanzia e primaria, tabella titoli: molti punti agli anni di servizio, no punteggi speciali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’On. Lucia Azzolina, componente della VII Commissione Camera dei Deputati per il Movimento 5 Stelle fornisce chiarimenti sul bonus che inizialmente si era pensato di dare ai docenti che hanno già superato l’anno di prova e alla tabella dei titoli.

No bonus per docenti di ruolo

Non sarà possibile – come inizialmente prospettato – assegnare un punteggio aggiuntivo ai docenti già assunti in ruolo seppure con riserva nell’ambito del concorso straordinario per infanzia e primaria previsto dal Decreto Dignità.

Bonus – chiarisce l’On. Azzolina – significherebbe dare un punteggio aggiuntivo nella tabella titoli a chi ha superato l’anno di prova seppur con riserva. La risposta è no. Il bonus non può essere dato, se venisse concesso sarebbe un atto palesemente incostituzionale avverso diplomati magistrali precari e laureati in scienze della formazione primaria.
Ne abbiamo discusso in modo approfondito in Commissione Cultura insieme ai tecnici del Miur.
Perché si creerebbe una discriminazione?
Dare un bonus ai docenti che avevano stipulato un contratto a tempo indeterminato con riserva significherebbe applicare la decisione del Consiglio di Stato del 20.12.2017 in modo diverso. DM passati di ruolo con riserva e DM precari avrebbero un trattamento differente rispetto alla medesima pronuncia giudiziaria. Va da sé che questo sarebbe palesemente incostituzionale e foriero di possibili ricorsi.

Ripetibilità dell’anno di prova

Diverso, conclude l’ON. Azzolina, il concetto di ripetibilità dell’anno di prova.

E questo argomento era già stato affrontato dal Sen. Pittoni (Lega) Licenziamento 7mila maestre, Pittoni: si lavora per salvare anno di prova. No punteggio speciale

Con il concorso straordinario – conclude l’On – non ci sarà la corsa a chi ha avuto l’ordinanza prima di altri, bensì una tabella titoli dove un peso preponderante avranno gli anni di servizio svolti.”

Tabella titoli

Il peso preponderante da assegnare al servizio è stato assicurato nel Decreto Dignità stesso

Il concorso non sarà selettivo e il punteggio sarà composto in questo modo:

  • 70 punti per i titoli
  • 30 punti per la prova orale di natura didattico-metodologica

Tra i titoli valutabili:

  • superamento concorsi precedenti
  • altre abilitazioni di livello universitario

50 dei 70 punti per il servizio

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione