Concorso straordinario infanzia e primaria, Lonardo (FI): si facciano partecipare docenti con servizio nelle paritarie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono 4.500 i docenti campani esclusi dal concorso straordinario indetto con DDG n. 1456 de 7 novembre 2018 per aver prestato servizio nelle scuole paritarie. 

Sandra Lonardo Sen. di Forza Italia ha presentato una interrogazione parlamentare al Ministro Bussetti per conoscere i motivi della loro esclusione. Motivo tanto più importante all’indomani delle sentenze n. 4 e 5 del 2019 del Consiglio di Stato che non considerano il diploma magistrale titolo utile all’accesso nelle GaE.

“A seguito di oltre 45 mila domande – scrive – ci sono stati centinaia di ricorsi perché proprio il bando di concorso è oggetto di impugnazione. Alla prova possono, infatti, partecipare coloro che hanno lavorato per 36 mesi negli ultimi otto anni ma solo nelle scuole statali. Le paritarie sono state escluse e per questa ragione sono partiti i ricorsi;

in questo quadro sono circa 4500 solo i campani, maestre e maestri che non possono ambire all’abilitazione. Di questi, circa 300 sono quelli immessi in ruolo con riserva proprio sulla base dei ricorsi. È evidente che si usino due pesi e due misure. Ed è questa una grave ingiustizia. Ho chiesto, pertanto, al Ministro se non ritenga di dare anche a loro la possibilità di accedere alConcorsone”

Versione stampabile
soloformazione