Concorso straordinario infanzia e primaria, anche chi ha preso zero alla prova sarà immesso in ruolo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il concorso straordinario infanzia e primaria, indetto con DDG n. 1456 del 7 novembre 2018, è alle battute finali in numerose regioni. 

Immissioni in ruolo 2019/20

Il 50% dei posti, destinato ai concorsi, sarà assegnato alle seguenti procedure:

  1.  con priorità al concorso 2016;
  2.  qualora residuino posti, al concorso straordinario indetto con DDG n. 1456 del 7 novembre 2018

Immissioni in ruolo: tutti i posti per provincia e classe di concorso dopo rettifiche mobilità. Dati Miur

Graduatorie concorso straordinario pubblicate entro il 30 luglio 2019

Per le immissioni in ruolo dell’a.s. 2019/20 potranno essere utilizzate esclusivamente le graduatorie pubblicate entro il 30 luglio nell’albo e sul sito internet dell’USR –

Ciascuna graduatoria – precisa il Miur – comprende tutti i soggetti ammessi alle procedure e sottoposti alla prova orale.

Dunque, per stare in graduatoria bisogna aver svolto la prova orale non selettiva e avere avuto una valutazione, che in base alle griglie di valutazione, andava da zero a trenta/trenta.

Alcuni Uffici Scolastici hanno già pubblicato le graduatorie o, come nel caso dell’USR Piemonte, l’elenco dei candidati con le relative valutazioni di prova +titoli.

Spulciandole è possibile evincere che le prove in linea generale sono state svolte in maniera coscienziosa dai candidati, che hanno colto l’occasione sia per dimostrare la propria professionalità che per assicurarsi una buona posizione in graduatoria.

Non mancano però voti bassi, ben al di sotto di quella che potrebbe essere considerata una soglia di sufficienza se la prova fosse stata selettiva. Così come non mancano valutazioni “zero” per la prova orale, probabilmente corrispondente al rifiuto di svolgere nel concreto la stessa dopo aver firmato la propria presenza.

Graduatorie del concorso straordinario sono ad esaurimento

In ogni caso la graduatorie del concorso straordinario sono ad esaurimento.

La prova e la valutazione titoli serve a graduare i candidati, decidendo esclusivamente l’ordine di immissione in ruolo.

Per l’a.s. 2019/20 le immissioni in ruolo da graduatoria del concorso straordinario potranno avvenire al 50% (se le graduatorie 2016 sono già esaurite). Quando ci sarà il concorso ordinario, la quota destinata ai concorsi diventerà 25% ordinario, 25% straordinario. Ecco perché, in fondo, anche il risultato del concorso, conta parecchio.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione