Concorso straordinario, il piano della ministra Azzolina: 9 candidati per aula, 7500 sale impiegate e 1500 scuole interessate

Stampa

Si è svolta ieri l’informativa alle  organizzazioni sindacali sul concorso straordinario finalizzato all’immissione in ruolo di personale docente per la scuola secondaria  di I e II grado e, in particolare, sulle date di svolgimento delle  prove che saranno pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale di oggi.

Come annunciato ai sindacati, le prove prenderanno il via da giovedì 22  ottobre per concludersi nella metà del mese di novembre.

Il concorso straordinario sarà la prima delle tre selezioni che si  svolgeranno a partire dalle prossime settimane per l’assunzione a tempo indeterminato di nuovi insegnanti.

Concorsi a cattedra al via e ritorno in classe, puntata speciale di Orizzonte Scuola Talk con Verducci, Sasso e Zunino [Mercoledì 30 settembre dalle 14.00]

Secondo quanto segnala La Repubblica, saranno 7.500 le aule impiegate e 1500 le scuole interessate. 8-9 i candidati per classe a 3 metri di distanza l’uno dall’altro. A vigilare sulle 7.500 aule, poi, ci saranno migliaia di commissari, impegnati per un giorno nella prova. Subito dopo, le classi dovranno essere sanificate per consentire il ritorno degli studenti.

Solo in un caso, la prova nazionale sarà congelata: di fronte a un lockdown. Altrimenti si procederà, senza tentennamenti. La ministra dell’Istruzione è pronta a lanciare dopo il concorso straordinario anche quello ordinario.

Concorso straordinario, prova dal 22 ottobre al 9 novembre. Con sintomi influenzali non si partecipa. Domani in Gazzetta

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia